facebook rss

Una via per ricordare
la tragedia delle foibe

ANCONA - Accolta in Consiglio comunale la mozione proposta dalla Lega che riguarda anche l'istituzione di progetti scolastici per far conoscere agli studenti quanto avvenuto
Print Friendly, PDF & Email

Ausili, Andreoli e De Angelis

 

Una via da intitolare ai martiri delle foibe e all’esodo giuliano-dalmata: passata la mozione proposta dalla Lega. Il via libera questa mattina in Consiglio Comunale, proprio nel Giorno del Ricordo. Con la mozione, i consiglieri della Lega hanno anche proposto l’istituzione di progetti scolastici volti a far conoscere l’eccidio e l’esodo di istriani, fiumani e dalmati. «Ci sembra giusto – hanno detto i consiglieri d’opposizione – che anche la nostra Amministrazione si impegni ancora di più per far comprendere che il ricordo di migliaia di italiani uccisi nelle foibe». La mozione è «volta a promuovere progetti ad hoc nelle scuole per diffondere la conoscenza dei tragici eventi, e a intitolare una via, una piazza o un parco pubblico ai martiri delle foibe». Le motivazioni che hanno spinto Altra Idea di Città a non votare la mozione:  «Il nostro consigliere comunale, insieme ad altri due consiglieri, uno del PD e uno del M5S, si è astenuto. Prima che si possa fraintendere il nostro atto ci teniamo a precisare che l’intenzione non è certo quella di oscurare fatti storici ormai appurati, ma di non partecipare al “gioco” ormai decennale delle destre che, continuando a strumentalizzare questioni storiche rivisitandone caratteri e verità, tentano di equiparare fascismo e comunismo e di costruire assurdi contro-altari al dramma dell’olocausto come se fosse necessario aprire una vergognosa competizione tra eventi drammatici, ovviamente senza alcun riferimento storico». E ancora: «noi ci sentiamo di dover continuare a lottare contro ogni tentativo di riscrivere la storia e di cancellare la natura stessa della nostra Repubblica nata dalla resistenza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X