facebook rss

Ceriscioli: «Non ho insultato Rosato
ma sappia che io ho sempre vinto»

POLITICA - Il governatore nega di aver dato del "demente" al vicepresidente della Camera durante il direttivo del Pd: «La dialettica politica non deve mai sfociare nel linguaggio dell'odio»
Print Friendly, PDF & Email

 

Luca Ceriscioli durante la direzione del Pd rimarca il ritardo di Orlando

 

«Non ho mai pronunciato il termine “demente” riferito al vicepresidente della Camera». Il presidente della Regione Luca Ceriscioli stoppa la bufera scatenata dai coordinatori provinciali e dai consiglieri regionali di Italia Viva che ieri si erano schierati contro il governatore. L’accusa era quella di aver dato del “demente” a Ettore Rosato durante la direzione regionale del Pd alla presenza del vice segretario nazionale Andrea Orlando, come avevano riferito i presenti.

«Non ho mai offeso nessuno personalmente tantomeno Ettore Rosato – precisa il presidente Ceriscioli – La dialettica politica può anche portare ad esprimere posizioni divergenti ma mai può cadere nelle offese e in conseguente linguaggio dell’odio. Pertanto colgo l’occasione per ribadire la mia posizione, già espressa in direzione del Pd, contestando l’aggettivo “perdente” che mi ha attribuito l’onorevole Rosato. Per un fatto molto semplice: ogni volta che mi sono candidato ho vinto. È forse per questo che si sta tergiversando sulle primarie? Invito Italia viva a continuare a lavorare per unire il centro sinistra non dando ascolto a false notizie».

Tra gli ex volano parole grosse, Italia Viva: «Ceriscioli insulta Rosato? Si qualifica da solo»

Orlando “stoppa” il documento primarie «Viene prima la coalizione, ipotesi 5Stelle per noi aperta» (FOTO)

</

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page