facebook rss

La grande mostra su Raffaello:
esposto un arazzo a Loreto

ROMA - Nell'ambito delle celebrazioni per i 500 anni dalla morte dell'artista marchigiano, l'opera della collezione Roberto Bilotti Ruggi d’Aragona sarà in mostra fino al 23 febbraio nella capitale a Palazzo Poli, poi dal 29 febbraio al 19 aprile potrà essere ammirata nella città mariana al Bastione Sangallo
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco Niccoletti e l’assessore Pirchio all’anteprima di  Palazzo Poli, a Roma

 

In occasione delle celebrazioni per i cinquecento anni dalla morte di Raffaello Sanzio (6 aprile 1520), i Musei Vaticani esporranno nella Cappella Sistina gli arazzi commissionati a Raffaello da Papa Leone X subito dopo la sua elezione.

In relazione a tale evento, nella settimana dal 18 al 23 febbraio, a Palazzo Poli, l’Istituto centrale per la grafica con l’Associazione degli Amici e la Regione Marche, metterà in esposizione un arazzo della collezione Roberto Bilotti Ruggi d’Aragona raffigurante Ananias et Saphira, da uno dei cartoni di Raffaello. A palazzo Poli, l’altro ieri, 18 febbraio, il sindaco di Loreto Paolo Niccoletti e l’assessore al Turismo Fausto Pirchio, hanno presenziato all’anteprima per la stampa e per gli studiosi dell’inedito arazzo raffaellesco che, da sabato 29 febbraio, verrà esposto al Bastione Sangallo di Loreto fino al 19 aprile. Sarà presentata proprio il 29 febbraio, alle ore 17, nella sala consiliare del Comune di Loreto, e illustrata nei contenuti la mostra “Ananias et saphira – Raphael invenit”, curata dal professor Stefano Papetti, storico dell’arte, docente di Museologia e Restauro presso l’Università degli Studi di Camerino, nonchè curatore scientifico delle Collezioni Comunali di Ascoli Piceno. Seguirà un visita negli spazi del Bastione San Gallo.

Sostieni Cronache Ancona

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Ancona lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Ca impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597
CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A
Intestatario: CM Comunicazione S.r.l
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page