facebook rss

Santori dalle sardine marchigiane,
da Pesaro l’assist al centrosinistra

MARCHE 2020 - Il leader del movimento in piazzale Lazzarini, a poche centinaia di metri da Matteo Salvini: «Abbiamo concluso una riunione con i referenti locali, ancora non c'è una linea condivisa, ma ci rivedremo anche nei prossimi giorni. Quello che ci auguriamo è che la coalizione possa trovare un candidato condiviso e che si possa iniziare a parlare dei contenuti»
Print Friendly, PDF & Email

 

L’ultima manifestazione delle sardine a Civitanova

 

«Abbiamo appena concluso una riunione con i referenti delle Sardine marchigiane, ancora non c’è una linea condivisa, ma ci rivedremo anche nei prossimi giorni. Quello che ci auguriamo è che il centrosinistra possa trovare un candidato condiviso e che si possa iniziare a parlare dei contenuti. Anche la scelta di un candidato civico può pagare, ma decideranno le liste che formeranno la coalizione». Lo ha detto Mattia Santori, leader delle Sardine, a Pesaro, a piazzale Lazzarini, 450 metri più in là rispetto al comizio di Matteo Salvini. L’obiettivo «è di fermare un certo tipo di destra che vedendo anche i nomi che girano nelle Marche è molto più bieca ed estrema di quella che conosciamo» ha aggiunto, dopo aver ricevuto in dono il fazzoletto dell’Anpi dalla presidente Matile Della Fornace. «Nelle Marche – ha annunciato – la sinistra dovrà far suoi i temi di sanità, lavoro, terremoto rispetto ai quali si giocherà una campagna elettorale dai toni accesi». Sul futuro del movimento invece ha chiosato: «La stagione delle piazze così come l’abbiamo conosciuta a novembre forse finirà e forse è già finita. La politica è una cosa bellissima se fatta in un certo modo» ha detto Santori, mettendo in guardia dal «mostro del populismo che sta distruggendo la politica e la società».

</

Sostieni Cronache Ancona

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Ancona lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Ca impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597
CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A
Intestatario: CM Comunicazione S.r.l
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page