facebook rss

In difficoltà col kitesurf,
salvato dalla Guardia costiera

POTENZA PICENA - Un 35enne di Osimo per una manovra errata è finito in acqua per poi rimanere impigliato in una cima
Print Friendly, PDF & Email

 

I soccorsi della Guardia costiera

 

Kitesurfer in difficoltà salvato dalla Capitaneria di porto. Allarme al largo di Porto Potenza per un atleta in difficoltà a 700 metri dalla costa. E’ rimasto impigliato con una cima e la vela è finita in acqua. E’ successo attorno alle 15.30, a dare l’allarme gli amici che erano con lui e che hanno notato le difficoltà in mare del compagno. E’ stato soccorso immediatamente dalla motovedetta della Capitaneria di porto, a Civitanova, diretta dal Tenente di vascello, Giuliano Gentilini. M. F., osimano, di 35 anni che stava surfando davanti allo chalet Kiro Kiro a Porto Potenza approfittando della giornata ventosa. Per una manovra errata però il kitesurfer è finito in acqua con la vela bagnata ed è rimasto impigliato ad una cima con la gamba. Quando gli uomini della Capitaneria di porto lo hanno raggiunto è salito sulla motovedetta cosciente, ma infreddolito. Il mezzo navale lo ha riportato a riva sulla banchina del porto dove è stato raggiunto anche dall’ambulanza del 118 per un primo soccorso. Sta bene, ma è rimasto parecchio in mare ed era infreddolito e stremato nel tentativo di liberarsi dai cavi e ritornare a riva.

(l. b.)

Il kitesurfer salvato

</

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X