facebook rss

Un ciclo di incontri dedicato
ai familiari dei malati Alzheimer

ANCONA - Avvio il 2 marzo alla Casa della vita “Benedetto XVI” della Fondazione Il Samaritano: appuntamenti gratuiti guidati da esperti, con momenti formativi e laboratori rivolti a familiari di persone con demenza e ai loro cari
Print Friendly, PDF & Email

 

Torna anche quest’anno, il Cafè Alzheimer Ancona 2020, programma di incontri rivolti ai familiari di persone con problemi cognitivi e ai loro cari, per migliorarne la qualità di vita, attraverso gruppi di ascolto, informazione e laboratori, guidati da esperti. L’attività, promossa e organizzata dall’associazione Alzheimer Marche, è in partenza lunedì 2 marzo, dalle 17,30 alle 19,30, alla Casa della vita “Benedetto XVI” della Fondazione Il Samaritano, in via M. Teresa di Calcutta 1/b, con un calendario di quattordici appuntamenti, che arrivano fino a novembre. La partecipazione è gratuita. Per i familiari si alterneremo momenti formativi e di orientamento grazie all’intervento di professionisti del settore che tratteranno vari argomenti: gli aspetti farmacologici, la gestione delle problematiche assistenziali, i servizi del territorio, fino agli aspetti più burocratico – legali, come il tutore e l’amministratore di sostegno. Non mancherà lo spazio per il sostegno psicologico e il confronto di gruppo, grazie alla guida di psicologi. Contemporaneamente, chi presenta problematiche cognitive sarà coinvolto in laboratori di stimolazione cognitiva, per potenziare linguaggio, memoria, attenzione, compresi momenti di momenti di socializzazione, giochi e svago. Il primo Alzheimer Cafè nasce nel 1997 a Leida, in Olanda, grazie allo psicogeriatra Bere Miesen, con l’obiettivo di migliorare la qualità di vita del malato e dei suoi familiari, e da allora l’iniziativa si è diffusa in Europa, e non solo, tanto che oggi i Cafè Alzheimer sono attivi in molti territori: i partecipanti si ritrovano a condividere le loro emozioni con persone che vivono la stessa situazione, si sentono compresi e meno soli, e riportano a casa informazioni e consigli utili per far fronte alle difficoltà del quotidiano. L’iniziativa, ormai all’ottava edizione, ha come partner il Comune di Ancona, l’ospedale Inrca di Ancona e la Cooperativa Amore e Vita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X