facebook rss

Coronavirus, ristoratore positivo
Messaggio del figlio ai clienti:
«Mettetevi in quarantena»

OSIMO - L'uomo è titolare di un locale in città, ora è ricoverato all'ospedale di Torrette. La famiglia si è messa in isolamento, appello a chi è stato nel locale a fare lo stesso
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Tra le persone contagiate dal Coronavirus ad Osimo c’è anche un ristoratore, titolare di un locale in città. L’uomo è ricoverato in isolamento all’ospedale di Torrette, ad Ancona, nel reparto di Malattie infettive. Nel rispetto dei protocolli sono stati eseguiti tamponi anche ai familiari più a stretto contatto con lui. Da quanto è emerso il 69enne avrebbe seguito un controllo per altre patologie e sarebbe stato sottoposto al test. I primi sintomi sono stati accertati lunedì scorso, spiega il figlio che, con grande senso di responsabilità  nel tardo pomeriggio di oggi ha confermato con un post sui social media la notizia della positività del referto e dell’infezione del padre. «Secondo i medici la finestra di contagio è identificabile con il periodo che va da sabato 7 marzo in poi – ha scritto il familiare del ristoratore -. Consigliamo pertanto a tutti coloro che sono stati a pranzo o a cena in quel week-end di mettersi in auto-quarantena preventiva per 14 giorni e di contattare i numeri verdi solo in caso di comparsa di sintomi. Mio padre ora sta bene ma è in isolamento al reparto di Malattie infettive. Preghiamo, vista la situazione così delicata, di aver rispetto per la famiglia che si è prontamente messa in quarantena e che con coraggio ha diffuso questo comunicato. Speriamo che questo vi faccia capire l’importanza del virus contro cui stiamo lottando e invitiamo tutta la popolazione a restare a casa ed uscire solo in casi di necessità». La risposta degli osimani non si è fatta attendere: in tanti hanno ringraziato e inviato messaggi di incoraggiamento e pronta guarigione al titolare del locale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X