facebook rss

Emergenza Coronavirus:
dal Rotary 280mila euro

ANCONA - Una grande sfida per il Distretto 2090 che comprende Marche, Umbria, Abruzzo e Molise. I soldi sono destinati agli ospedali e all'acquisto di dispositivi sanitari
Print Friendly, PDF & Email

Da sinistra:  Antonicelli, presidente Rotary Ancona Conero, il governatore Ciucci e il presidente del Rotary Ancona 25-35 Sarnari

 

«Circa 120mila euro sono stati elargiti alle strutture sanitarie locali, in primis ospedali regionali; 93mila euro sono serviti per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale a favore delle aziende sanitarie regionali e della Protezione civile, di strutture per anziani, piccoli presidi ospedalieri e associazioni di volontariato locali. Da ultimo, 67mila euro sono stati stanziati per acquistare attrezzature mediche quali ventilatori polmonari o lettini specifici, anche queste come iniziative principalmente dei singoli club Rotary con il sostegno anche del Rotaract e di associazioni locali».
Il governatore del Rotary Distretto 2090 (70 club e 3.200 soci nelle regioni Marche, Umbria, Abruzzo e Molise) Basilio Ciucci, così come gli altri 12 governatori italiani non si ferma a questi risultati, anche perché, al 13 aprile scorso, nelle quattro regioni di competenza, si contavano 9.171 contagiati.
Con l’esplosione repentina del Covid-19,  i 900 club del Rotary italiano hanno immediatamente iniziato a rispondere alle richieste di aiuto arrivate da strutture ospedaliere, Protezione Civile, Rsa e altre realtà coinvolte di conseguenza, come mense sociali o Istituti scolastici di ogni ordine e grado. Il 13 marzo il Distretto 2090 del Rotary ha dunque dato il via a una concreta iniziativa in grado di incidere sulle comunità locali delle regioni di sua competenza e le professionalità messe in campo dai soci, raccogliendo in 30 giorni 280mila euro. Pertanto, è stato attivato un meccanismo della Fondazione del Rotary International per mettere in moto un programma ambizioso e importante da realizzare entro il prossimo mese di maggio: la fornitura a 26 ospedali pubblici italiani (due per Distretto) di un kit per accogliere, visitare e diagnosticare in totale sicurezza, avvalendosi della telemedicina, i pazienti con sintomi di Covid-19, anche inespressi, fino al trasferimento al reparto. Questo progetto, pur in fase di definizione, sarà totalmente finanziato dai Distretti italiani, con il contributo di due Distretti americani e il supporto economico, non minoritario, della Fondazione Rotary.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X