facebook rss

Verso la ‘Fase 2’: riparte la manutenzione
dei sentieri del Conero

GLI INTERVENTI sono finalizzati al miglioramento della sicurezza e della fruibilità del Parco, con un focus sulla rete sentieristica e le aree di sosta collegate
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

I lavori di manutenzione delle infrastrutture del Parco del Conero sono ripresi. Uno stop di oltre un mese, come previsto dal DPCM dello scorso 3 marzo. E ora si torna di nuovo operativi.  Infatti, con il nuovo decreto. dello scorso 11 aprile, è stato disposto che possono riprendere le attività  anche le ditte con codice ATECO 81.3 limitatamente alla “cura e manutenzione del paesaggio, con esclusione delle attività di realizzazione”. Dato che la ditta esecutrice è in possesso del codice richiesto, e che l’appalto in essere riguarda opere di manutenzione delle infrastrutture del Parco (e non realizzazione), sono venute meno le cause della sospensione. I lavori sono ripartiti mercoledì 15 aprile e termineranno entro il 15 maggio. L’importo complessivo dell’operazione è di 35.936,76 euro e sono coinvolti 6 operai.  Gli interventi manutentivi sono finalizzati al miglioramento della sicurezza e della fruibilità del Parco, con un focus sulla rete sentieristica e le aree di sosta collegate. Inoltre i lavori coinvolgeranno anche alcune aree specifiche gestite del Parco, tra cui il Bosco Mancinforte nel comune di Camerano, l’area umida presso il fiume Musone, l’area nei pressi della Cava di Massignano e delle altre cave sul sentiero 305.  Con il tempo, infatti, le strutture di arredo e la segnaletica sono state soggette a deterioramento e, dunque, necessitano di interventi di manutenzione quali sostituzione della cartellonistica (pannelli inizio sentiero, pannelli didattici e Vista point) e della segnaletica verticale in legno (tabelle direzionali dislocate nei sentieri) nonché degli elementi di arredo in vario modo danneggiati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X