facebook rss

E’ morto il medico Nello Foria:
da star del basket
alla politica, fino alle terapie olistiche

OSIMO - Se n'è andato stamattina a 63 anni nella sua abitazione dopo aver scoperto appena 2 mesi fa di essere gravemente malato. Ex cestista, nei primi anni 2000 era stato assessore allo sport della città
Print Friendly, PDF & Email

Nello Foria

 

 

Una vita breve ma vissuta con grande intensità, rigore e coerenza. Se n’è andato stamattina il medico osimano Aniello Foria. Aveva 63 anni e solo poche settimane fa, a febbraio, aveva scoperto di essere affetto da una malattia incurabile. Ala pivot della Robur Basket che aveva conquistato la promozione in serie B negli anni ‘80; titolare del centro di fisioterapia Kinesis, Nello Foria, come lo chiamano tutti, era stato anche consigliere comunale in quota An e poi assessore allo sport del Comune di Osimo dal 1999 fino al 2001, nel primo mandato del sindaco Dino Latini. Medico internista di ampia cultura, negli ultimi decenni si era specializzato in medicina olistica e cultura cinese. Sapeva praticare l’agopuntura e riusciva ad aiutare i tanti pazienti insegnando loro ad affidarsi con positività alla vita, accettando di affrontare ogni paura e cambiamento. La sua scomparsa prematura, avvenuta oggi nella sua abitazione di Osimo dove ha voluto trascorrere le sue ultime settimane di vita, ha lasciato sgomenti quanto lo apprezzavano e lo stimavano che sono corsi ad ‘abbracciare’ idealmente la moglie, la scrittrice Anna Capurso e i due figli Federico e Samuele. L’ultimo saluto, nel rispetto delle disposizioni sul lockdown, si svolgerà in forma ristretta e riservata.

Nello Foria consegna un premio in veste di assessore allo sport

«Ciao Nello, te ne sei andato in punta di piedi , accompagnato dall’ Amore della tua famiglia. Sei stato un grande uomo e un grande medico. Hai aiutato migliaia di pazienti ad amarsi e a trovare la forza di reagire. Ora , come dice la tua meravigliosa moglie Annina, stai “tornando a casa” in un nuovo mondo dove hanno bisogno di te e del tuo sapere. – scrive sui sociale media la negoziante osimana Angelina Paola, amica di famiglia – Solo 2 mesi fa hai scoperto che il tuo “Progetto d’ Anima” , quello per cui hai curar un numero esorbitante di persone era giunto al termine.. Ti spegni a soli 63 anni e termini questa tua incarnazione, nel giorno in cui stavamo sempre insieme a pranzo. Anche questo è un segno che mi hai voluto lasciare? Tua moglie ci ha chiesto di uscire e di andare oltre la sofferenza, di non attaccarci alla disperazione, di lasciare spazio all’Amore e alla gratidutine e di accompagnarti nelle braccia misericordiose della Madre Divina. Perché , come dicevi tu “…L’ Amore va oltre la sofferenza e L’ Amore guarisce tutto . L’ amore è speranza…”»..

Nello Foria (primo da sinistra accosciato), in veste di medico sportivo della Robur Basket, all’epoca d’oro della squadra appena promossa in serie A2 nel 2003

«Ciao Nello. Per me sarai sempre il medico della Robur, di quella societa’, di quella squadra che ci ha fatto sognare, ci ha fatto volare alto con Baldinelli allenatore e Bartoli presidente fino alla promozione in serie A. – scrive anche il sindaco Simone Pugnaloni – A te, Baldinelli ed il presidentissimo Bartoli il merito di aver fatto diventare il basket osimano, un punto di riferimento in tutta Italia. Nella storia ne sei stato emblema anche come giocatore. Con la Robur piu di 2000 punti segnati, maglia n°9. Eri uomo di destra, corretto, riservato e disponibile. Quale Assessore allo sport ricordo il percorso di realizzazione di concerto con il consiglio di quartiere Osimo est del quale ero segretario il percorso che ci ha portato alla realizzazione di un parco attrezzato nella mia zona di residenza. Ci lasci nel silenzio, nello sgomento di tutti, ma certi di portare con noi il tuo onore, la tua professionalita di sportivo, di medico e di politico. A nome mio personale e di tutta la citta’ le piu’ sentite condoglianze a tutta la famiglia».

Nello Foria con la canotta della Robur Basket negli anni della sua giovinezza

Non poteva mancare il messaggio affettuoso della Robur Basket Osimo che si è stretta attorno alla famiglia di Nello Foria per esprimere le più sentite condoglianze.«Medico sociale della Robur di Alessio Baldinelli, della Robur della Serie A e degli anni che hanno portato a conoscere il nostro sodalizio in tutta Italia . Grande esempio di attaccamento alla nostra squadra, amante della Pallacanestro e del proprio mestiere che ha sempre svolto con grande attenzione e dedizione. Ricordiamo sicuramente Nello non solo come medico sociale ma anche come giocatore della nostra amata Robur, con ben 2153 punti realizzati con la canotta osimana, risultando il 7° marcatore di tutti i tempi. Un altro pilastro della Pallacanestro osimana , della Robur se ne va ma siamo sicuri che dall’alto , insieme agli altri , continuerà a tifare per la nostra squadra. Alla famiglia le più sentite condoglianze da parte di tutta la G.S Robur Basket Osimo».

Il M5S di Osimo e Castelfidardo ha espresso condoglianze alla famiglia. Tra i parenti,  Nello Foria lascia anche il fratello Sergio, assessore al bilancio del Comune di Castelfidardo. «Oggi la triste notizia per la scomparsa del dottor Aniello Foria ci ha profondamente addolorati.- si legge nel messaggio del Movimento 5 Stelle – Era uno stimatissimo medico che operava nel nostro territorio, si è sempre distinto, inoltre, per l’impegno attivo sia in campo politico che sportivo. Le nostre più sentite e commosse condoglianze sono rivolte a tutta la famiglia ed in particolare al dottor Sergio Foria, commercialista ed assessore del Movimento 5 stelle a Castelfidardo e attivista storico del gruppo di Osimo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X