facebook rss

Primo weekend post lockdown, Anci:
«Eventuale rimodulazione di orari
e modalità aperture dei locali»

IL PUNTO del presidente Maurizio Mangialardi e le preoccupazioni dei sindaci dopo il fine settimana. In arrivo il bando della Protezione Civile per reclutare 60mila volontari da impiegate come "assistenti civici": avranno il compito di girare per le città e sensibilizzare le persone sul rispetto delle regole
Print Friendly, PDF & Email

Piazza del Papa 23 maggio 2020

 

Il bilancio del rispetto delle prescrizioni anti-contagio dopo il weekend appena trascorso ha invitato i sindaci a riflettere sui fenomeni di assembramento registrati in varie città. «Come Anci Marche – dice il presidente Maurizio Mangialardi – abbiamo contribuito alla redazione dei protocolli condivisi con la Regione Marche e con le associazioni di categoria per riaprire in maniera sicure per la salute di tutti».  «La preoccupazione – insiste Mangialardi – che mi è stata tuttavia espressa da molti sindaci per quanto accaduto nelle proprie città ci deve far riflettere anche nei confronti di un’eventuale rimodulazione di orari e modalità delle aperture perché c’è grande apprensione e dobbiamo mettere in atto tutte le misure preventive per evitare un nuovo aumento dei contagi. Ecco perché è importate monitorare con grande attenzione per eventuali ricalibrature che tengano conto della situazione in ogni città». Per Anci Marche è indispensabile attenersi alle poche regole imposte, evitando assembramenti e tutte quelle situazioni che non garantiscono il corretto distanziamento sociale di almeno un metro, sia al chiuso che all’aperto. «Il sistema dei volontari della Protezione civile, che per tutto il week end si sono adoperati per vigilare sulla corretta osservanza delle prescrizioni previste è una strada che può essere percorsa – sono parole del presidente Mangialardi – ed un’ulteriore testimonianza di infaticabile generosità da parte di questi “angeli”».  Anche per questo Anci nazionale si è mossa annunciando che sarà pubblicato nelle prossime ore un bando della Protezione Civile per selezionare 60mila volontari, ribattezzati “assistenti civici”. I volontari, in una prima fase, hanno aiutato a consegnare la spesa o i medicinali a chi non poteva uscire di casa. Ora stanno facilitando gli accessi contingentati ai parchi e ai mercati. «Alla riapertura delle spiagge potranno spiegare le regole per l’accesso svolgendo le attività che i volontari hanno svolto in questi mesi tenendo in piedi le nostre comunità. Il bando sarà utile a trovarne di nuovi, visto che, con il progressivo ritorno al lavoro, molti di coloro che si sono prestati nel primo periodo di emergenza, non hanno più la stessa disponibilità di tempo».

Primo sabato sera post lockdown: raffica di controlli (Foto), piazza del Papa osservata speciale

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X