facebook rss

Italia Viva, quattro richieste a Mangialardi

MARCHE 2020 - I coordinatori provinciali hanno incontrato oggi il candidato governatore del centrosinistra. Quattro i punti chiave, dalla sanità al mondo del lavoro
Print Friendly, PDF & Email

Maurizio Mangialardi

 

Nuova politica sanitaria, nuove infrastrutture, un piano “shock” per le politiche del lavoro e procedure snelle per la ricostruzione. Questi i quattro punti cardine presentati dai coordinatori provinciali di Italia Viva al candidato governatore di centrosinistra Maurizio Mangialardi. Stroncato dalla segreteria dem il dibattito tutto interno su una eventuale ricandidatura del presidente uscente Luca Ceriscioli, si va quindi avanti con il confronto con l’attuale candidato.

I coordinatori del partito di Renzi definiscono l’incontro di oggi «positivo, nel quale il gruppo dirigente ha avuto modo di condividere la necessità di cambiamento e discontinuità sulla gestione di alcuni temi che ci stanno a cuore. La scelta che si pone davanti è fondamentale per assicurare il miglior governo alla nostra Regione per i prossimi anni. Italia Viva crede in una politica riformista e lo sta dimostrando da mesi all’interno della compagine governativa nazionale e regionale, facendosi portatrice di proposte concrete e progressiste, spesso risolutive in vari ambiti. Per questo durante l’incontro di oggi il coordinamento regionale ha ribadito la necessità che vengano accolte le istanze necessarie per una stagione del cambiamento, attraverso un programma che segni un cambio di passo per quanto le politiche per il territorio». Quattro quindi i punti: «una politica sanitaria nuova che parta dalle nuove esigenze territoriali. Adottare procedure ed azioni snelle nella gestione della ricostruzione post sisma. Un piano infrastrutturale ambizioso e sostenibile dal punto di vista ambientale. Un piano shock sulle politiche del lavoro, anche e soprattutto in una stagione in cui la pandemia ha costretto molti settori industriali e commerciali allo stop».

 

Articoli correlati




© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X