facebook rss

«Benvenuti nelle Marche»,
il messaggio dell’arcivescovo ai turisti

ANCONA - Mons. Angelo Spina ricorda che «siamo tutti chiamati a vivere il distanziamento» ma questo non toglie «la gioia di godere delle bellezze paesaggistiche, della natura e dei luoghi di arte»
Print Friendly, PDF & Email

Mons. Angelo Spina

 

 

Carissimi amici – scrive Mons. Angelo Spina Arcivescovo Metropolita Ancona-Osimo in un messaggio rivolto ai turisti – benvenuti nelle Marche e nella Arcidiocesi di Ancona-Osimo. La nostra Terra, ricca di bellezze naturali, con le colline, i monti, il mare, vi accoglie perché possiate vivere una serena vacanza che doni riposo fisico e mentale, che promuova e alimenti la gioia di un autentico incontro con se stessi, con gli altri, con Dio.

Dopo il lockdown è forte in tutti il desiderio di uscire, vivere all’aperto, visitare luoghi che affascinano, ritrovare relazioni autentiche e non solo virtuali. Il Covid-19 oltre una ferita ci offre una feritoia, una finestra aperta sul futuro prossimo. Ogni attività di socializzazione e di inclusione sarà chiamata a ripensarsi, a rinnovarsi, per poter rispondere ai nuovi bisogni dell’uomo e della società. Ci ha ricordato Papa Francesco: “In questo tempo nel quale si incomincia ad avere disposizioni per uscire dalla quarantena, preghiamo il Signore perché dia al suo popolo, a tutti noi, la grazia della prudenza e dell’obbedienza alle disposizioni perché la pandemia non torni”.

Faccio un appello a tutti voi di essere prudenti, di rispettare le regole, per vivere una vacanza serena e senza rischio di contagio dal coronavirus. Le Marche, che vengono definite “bellezza infinita”, sono una terra in cui lungo il corso del tempo, la mano dell’uomo ha saputo costruire, con arte impareggiabile, bellezze artistiche e architettoniche tessendo storia, cultura e tradizioni in una sapiente armonia.

La nostra Chiesa locale di Ancona-Osimo, aperta e solidale, radicata in una storia spirituale e di fede che ha consegnato al tempo chiese meravigliose, piccole e grandi, luoghi per pregare, per recuperare la dimensione dello spirito e della meraviglia, vi accoglie con grande gioia. Le vacanze ci portano a godere lo spettacolo della natura da cui sale spontaneo nell’animo il desiderio di lodare Dio per le meraviglie delle sue opere e la nostra ammirazione per queste bellezze naturali si trasforma facilmente in preghiera e ci si sente rigenerati e riappacificati.

Siamo tutti chiamati a vivere il distanziamento ma questo non toglie la gioia di godere delle bellezze paesaggistiche, della natura e dei luoghi di arte.

Un grazie a tutti gli operatori turistici e a quanti si prodigano per assicurare e garantire un tempo di vacanza bello e sicuro e per lo sforzo e l’impegno profuso nell’accogliere i turisti. A voi turisti che avete scelto le Marche, auguro che la vostra vacanza sia tempo utile e fruttuoso, tempo di cordialità e di amicizia. Il Signore vi benedica e vi custodisca. Buone vacanze!

Mons. Angelo Spina, arcivescovo metropolita di Ancona-Osimo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X