facebook rss

Pista ciclabile quasi terminata,
polemiche su via XXIX settembre:
«Eliminato il marciapiede»

ANCONA - Lavori in via di conclusione nel tratto più esposto verso il centro cittadino. Dalla settimana prossima, nolo bici disponibile alla Mole. Ma intanto, le opposizioni vanno all'attacco. Quacquarini (M5S): «Con la scomparsa del marciapiede dove passano i disabili?» Rubini (AiC): «Ridotto al lumicino lo spazio per i pedoni»
Print Friendly, PDF & Email

Il tratto di via XXIX settembre

 

Quasi pronta la pista ciclabile che dovrà collegare la zona della stazione a piazza Kennedy. Dopo aver ultimato il tratto di via Marconi, in queste ore si sta lavorando su via XXIX settembre.  La pista sarà pienamente a regime entro la prossima settimana.  In attesa della inaugurazione ufficiale che si svolgerà più avanti nel cuore dell’estate, nei prossimi giorni, a cura degli addetti di M&P, partirà lungo il tracciato la fase di sensibilizzazione dei cittadini e degli automobilisti sull’utilizzo e il rispetto della ciclabile.  Intanto da sabato 4 luglio all’ingresso della Mole, grazie all’impegno congiunto Comune-M&P Parcheggi (che ha in carico la gestione dei servizi del complesso monumentale) sarà operativo un servizio di noleggio biciclette a pedalata assistita a cura della associazione Bellavista, già operativa dallo scorso anno alla pineta del Passetto al bar Miramare. Le bici sono a disposizione dei turisti e degli anconetani che vorranno visitare il centro storico.  Nei mesi di luglio e settembre il servizio noleggio sarà presente nei giorni di sabato e domenica, ad agosto tutti i giorni. Le prenotazioni si effettuano on-line tramite il sito www.associazionebellavistafra.it o tramite Whatsapp al numero 347 8414851 per scegliere la tipologia delle bici.
L’orario di apertura del noleggio tramite prenotazione è dalle 8 alle 20.  «Finalmente vede la luce un progetto molto caro alla cittadinanza e da tempo perseguito dall’Amministrazione comunale –  commenta l’assessore a Traffico, Manutenzioni e Sicurezza Stefano Foresi -. Affinchè il percorso, che collega la stazione al centro venga utilizzato in condizioni di totale sicurezza da cittadini e turisti è necessaria ora la collaborazione di tutti, automobilisti, residenti e fruitori». Intanto che i lavori giungano al termine, non sono mancate critiche da parte delle opposizioni. Critiche legate soprattutto al tratto di ciclabile che ha inglobato parte del marciapiede di via XXIX settembre.

via Marconi

Per Gianluca Quacquarini (M5S)  «a parte i problemi di circolazione veicolare, di sicurezza e di tanto altro che ne deriveranno nella quasi ultimazione dei lavori ci si accorge che pedoni e soprattutto disabili sono stati completamente dimenticati». E ancora:  «Tra gli slalom fra i pali che i pedoni dovranno affrontare nel tratto di via XXIX settembre, dove la “pista ciclabile” è stata realizzata nel  marciapiede, si sono scordati che esistono anche i disabili, come sempre! Dove potranno passare visto che con questa “grande opera”, sic, è stato quasi completamente eliminato il marciapiede?». All’attacco anche Francesco Rubini, capogruppo di Altra Idea di Città: «Fin dall’inizio il mio commento alla pista ciclabile provvisoria stazione-centro è stato “meglio di niente, ma serve ben altro”.
Evidentemente però anche questa volta il peggio doveva arrivare e il secondo tratto su via 29 settembre  ha oggettivamente del surreale.Di fatto, per far posto alle corsie per le due ruote, senza minimamente intaccare gli stalli blu per la sosta (non sia mai), si riduce al lumicino lo spazio per i pedoni cancellando una delle poche camminate affacciate sul mare della città. A questo punto viene da chiedersi se tutto questo ha davvero un senso o, se nella foga di fare presto e subito, non ci ritroviamo davanti all’ennesima “ciofega”». La settimana scorsa Cronache Ancona aveva affrontato con una bici pieghevole parte del tratto di via Marconi. Il responso sulla ciclabile era stato: comoda, ma a tratti pericolosa per i ciclisti. 

Drive test sulla nuova ciclabile: comoda ma a tratti pericolosa (Foto/Video)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X