facebook rss

Un nuovo strumento per il Salesi:
donato un uroflussometro

ANCONA - La donazione è frutto della generosità delle Patronesse, dei fondi raccolti per il Memorial Giammarchi e di Emanuele Frezzotti che, per il compleanno, ha deciso di indire una colletta per aiutare l'ospedaletto
Print Friendly, PDF & Email

Al centro Giacchè e Frezzotti

 

Un nuovo strumento per la cura e la diagnosi dei piccoli ricoverati del Salesi. Si tratta di un uroflessometro che è stato ufficialmente donato questa mattina dalle Patronesse al reparto di Clinica Pediatrica ad indirizzo genetico, metabolico e gastronefrologico, diretto dal professor Carlo Catassi. E’ frutto di due donazioni spontanee, a cui si sono poi aggiunte le stesse Patronesse, da parte dell’associazione Memorial Gianluca Giammarchi e di Emanuele Frezzotti ed un suo gruppo di amici. «Con questa donazione- ha affermato la presidente delle Patronesse Stefania Giacchè- vogliamo dare un segno di speranza e di ripresa. Le Patronesse, nei loro 120 anni di storia, non si sono mai fermate, neanche durante le due guerre mondiali. Ma ora, causa Covid, siamo state costrette a farlo. Ma abbiamo la ferma intenzione di ricominciare nella nostra opera di assistenza ai bambini ed alle loro famiglie, seppure in modalità diverse». Concetto ribadito dalla responsabile della direzione medica del Salesi Laura Polenta, che ha ringraziato le Patronesse e tutti quelli, aziende e privati, che contribuiscono ad alimentare progetti ed acquisti di apparecchiature per i vari reparti. «Le Patronesse- ha detto il primario Carlo Catassi- rappresentano, con la loro storia, l’identità stessa del Salesi. Quell’identità che ha sempre bisogno di emergere, perchè un bambino deve essere sempre curato in ambiente pediatrico». La dottoressa Ilse Maria Ratsch ha spiegato l’utilità del uroflessometro, capace di monitorare il getto urinario e scovare eventuali ostacoli alla sua uscita. Uno strumento di prevenzione, in grado di capire la dinamica del flusso urinario stesso, sin da 4-5 anni in poi. Presente anche Emanuele Frezzotti, che ha effettuato una raccolta fondi, poi donata alle Patronesse, fra amici in occasione del suo compleanno. Fondi arrivati anche, come già detto, dai proventi ottenuti dai ragazzi dell’associazione memorial Gianluca Giammarchi, con tornei di calcetto in memoria del loro amico scomparso prematuramente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X