facebook rss

«Hai danneggiato la mia auto
Dammi 60 euro» ma l’incidente era finto

CASTELPLANIO – Una giovane e risoluta automobilista stamattina in via Roma ha sventato un tentativo di mettere in atto la ‘truffa dello specchietto’. «Ho minacciato di telefonare alla Polizia locale, come poi ho fatto, è sono spariti» racconta
Print Friendly, PDF & Email

Truffa dello specchietto (foto d’archivio)

 

 

Stava viaggiando in auto al volante della sua auto lungo via Roma, a Castelplanio quando all’altezza delle ditte ‘Fazi e Battaglia’ e ‘Barilla’ ha sentito un suono strano sulla carrozzeria della propria vettura ed ha rallentato per verificare che cosa fosse acceduto. «Posteggiata davanti alla ‘Barilla’ c’era una macchina di colore grigio metallizzato con un uomo e una donna con una bambina piccola. Hanno provato a mettere in atto la truffa dello specchietto della macchina – racconta la giovane automobilista sui social media per mettere in guardia chi transita nella zona – In pratica aspettano che passi qualcuno da solo in macchina, ti tirano qualcosa per farti sentire che hai preso qualcosa con la vettura, se ti fermi, ti affiancano per non farti scendere e intanto ti segnano la macchina dal lato dove si sarebbe verificato l’impatto tra i mezzi del presunto incidente e ti chiedono come risarcimento 60 euro per non informare l’assicurazione o chiamare chi di dovere». Una tecnica collaudata che stamattina qualcuno ha tentato di mettere in atto con la giovane automobilista che però ha mangiato subito la foglia. «Sono stata reattiva – racconta- e sono spariti quando ho minacciato di chiamare gli agenti della Polizia locale che poi ho contattato davvero per segnalazione l’episodio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X