facebook rss

Targa asportata del belvedere
di Sirolo ritrovata a Perugia

RESTITUITA ieri pomeriggio al sindaco Filippo Moschella da chi l'ha recuperata ai piedi di cassonetto per la raccolta dei rifiuti nei pressi del Cimitero della frazione Canneto del capoluogo di regione umbro
Print Friendly, PDF & Email

Daniele Stoppini di Umbertide ( a dx.) restituisce la targa al sindaco di Sirolo, Filippo Moschella

 

 

Restituita alla città di Sirolo la targa in marmo del Belvedere Don Nazzareno Marinelli, a lato di Via Marconi, asportata nei mesi scorsi da ignoti e ritrovata nei giorni scorsi a Perugia. E’ stato lo stesso ritrovatore, Daniele Stoppini di Umbertide, che ieri pomeriggio ha restituito al sindaco Filippo Moschella la targa dedicata al religioso da cui prende il nome la famosa Spiaggia del Frate di Sirolo, ritrovata integra ai piedi di cassonetto per la raccolta dei rifiuti nei pressi del Cimitero della Frazione Canneto del Comune di Perugia. Dalle notizie riportate nella targa ha scritto un post nel gruppo Facebook “Sirolo attraverso i tempi”, subito notato dal dipendente comunale Marco Carletti che ha organizzato la restituzione. Il sindaco Moschella, felice per il ritrovamento, ha ricevuto il Stoppini e la sua famiglia in comune, regalandogli un libro dedicato a Sirolo. «Il signore Stoppini- afferma Moschella – ha dimostrato coi fatti che ci sono al mondo brave persone che si interessano della collettività. L’esatto opposto dei vandali che prima hanno sradicato e asportato tre alberelli da me piantati con gli alunni delle scuole primarie il 21 novembre 2019, in occasione della Festa dell’albero, e poi hanno divelto il palo e asportato la targa. Questa è l’occasione – ha aggiunto il sindaco di Sirolo – per aggiungere alla targa che indica la Spiaggia del Frate anche il nome Sottosanta, anche per evitare di far sorgere dubbi alle migliaia di turisti che, dal belvedere sirolese, si godono ogni anno il panorama unico e speciale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X