facebook rss

Fondi per la messa in sicurezza
del fosso del Vallato

CASTELFIDARDO – Il Ministero dell'Interno ha stanziato 408mila euro. L'area del bacino idrografico era già stata interessata da diverse esondazioni, l’ultima nel 2016 all’altezza del Cerretano
Print Friendly, PDF & Email

La mappa del bacino idrografico del fosso del Vallato di Castelfidardo

 

Sono stati stanziati 408mila euro per il progetto di messa in sicurezza dell’intero tratto del fosso del Vallato: il Comune di Castelfidardo ha ricevuto ieri comunicazione dell’assegnazione dei fondi da parte del Ministero dell’Interno. Una notizia importante – fa sapere una  nota del Comune di Castelfidardo – che sblocca un iter pluriennale: da tempo si segnala infatti la fragilità di un’area a forte rischio idrogeologico, già interessata da diverse esondazioni, l’ultima nel 2016 all’altezza della zona Cerretano. «Un passaggio determinante che ci offre la possibilità di inserirci in tempi relativamente brevi (8-10 mesi) nel canale di finanziamento ministeriale che fa fronte al dissesto idrogeologico nazionale. In particolare, la presentazione di progetti esecutivi attribuisce elevate probabilità di finanziamento per l’intera opera, il cui costo è stimato intorno ai 5 milioni di euro», commenta il sindaco Roberto Ascani. Il ReNDiS, Repertorio Nazionale degli interventi per la Difesa del Suolo è stato costituito nel 2005 su impulso dell’attività di monitoraggio che l’Ispra svolge per conto del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, sull’attuazione di Piani e programmi di interventi urgenti per la mitigazione del rischio idrogeologico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X