facebook rss

Summit tra Regione e vertici sanità:
«Situazione negli ospedali sotto controllo
ma i contagi sono in crescita»

IL GOVERNATORE Acquaroli dopo l'incontro che si è svolto questa mattina. «La maggior parte dei contagiati sono asintomatici. Fondamentale continuare ad essere attenti nei comportamenti»
Print Friendly, PDF & Email

acquaroli

Francesco Acquaroli durante l’incontro di questa mattina

 

«La situazione negli ospedali è sotto controllo ma i contagi sono in rapida crescita con un numero prevalente di asintomatici. Importante la prevenzione». Così il governatore Francesco Acquaroli dopo l’incontro (presente tutta la giunta) con la dirigenza sanitaria e ospedaliera delle Marche che si è svolto questa mattina. Un summit «proficuo per fare il quadro della situazione attuale complessiva dell’andamento della pandemia nelle Marche, a partire dalla situazione epidemiologica, dalla questione legata al numero dei sintomatici e degli asintomatici, sulle misure da prendere come reti ospedaliere, medicina del territorio e sulle politiche da attuare nelle prossime ore. Nella nostra regione c’è una crescita del contagio, con un numero prevalente di asintomatici». Durante l’incontro si è parlato anche della strategia da adottare in base agli scenari previsti nei prossimi mesi. Questi incontri con la nuova amministrazione si svolgeranno d’ora in poi ogni settimana. «Ad oggi possiamo affermare che nelle strutture ospedaliere la situazione è assolutamente sotto controllo – dice Acquaroli -. Per questo è importante continuare ad essere attenti nei comportamenti individuali e collettivi, non favorire assembramenti, attenersi a tutte le disposizioni per evitare che il contagio possa raggiungere risvolti preoccupanti in futuro per la tenuta del sistema sanitario. Il fatto che ad oggi la situazione sia sotto controllo ci rassicura ma non ci tranquillizza perché il numero dei contagi sta crescendo molto rapidamente. La raccomandazione è che ogni singolo nostro comportamento vada nel rispetto nelle norme e delle disposizioni, per evitare che il virus possa continuare a diffondersi».

 

Articoli correlati




© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X