facebook rss

Tenta di investire un carabiniere,
poi fugge per mezza città:
31enne arrestato in autostrada

L'UOMO è stato fermato in A14 dopo aver divelto la sbarra al casello di Ancona Sud al termine di un inseguimento da brividi iniziato ieri mattina al viale della Vittoria, tra passaggi col rosso e percorsi contromano. Leggermente ferito il comandante della Compagnia dorica
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

 

Prima tenta di investire un carabiniere in centro, poi fugge per mezza città, passando con il rosso e procedendo contromano. Arriva al casello di Ancona sud e infrange con la sua Fiat Brava la sbarra automatica per accedere in autostrada. Spinge sull’acceleratore ma alla fine viene raggiunto e arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. Protagonista del caos scatenatosi ieri mattina, un 31enne residente a Montegiorgio ma domiciliato nel capoluogo dorico. All’uomo è stato anche contestato il reato di evasione. Questa mattina, è scappato dai domiciliari (misura che ieri gli aveva imposto il pm in attesa della direttissima) per andare a fare colazione al bar. Dunque, sono scattate di nuovo le manette. Il giudice ha convalidato gli arresti e disposto per il 31enne i domiciliari. Denunciata a piede libero per resistenza a pubblico ufficiale la donna che è rimasta sul sedile del passeggero durante la folle fuga. Leggermente ferito il capitano Manuel Romanelli, comandante della Compagnia di Ancona. L’infortunio è avvenuto quando i militari hanno intimato per la prima volta l’alt alla Fiat Brava su cui viaggiava la coppia. L’auto, che in precedenza aveva proceduto lungo corso Stamira sulla corsia riservata ai bus, ha arrestato la corsa all’inizio del viale della Vittoria, lato largo XXIV maggio. Quando il comandante si è avvicinato alla portiera del conducente, la Brava è ripartita a velocità spedita. La mano del capitano è rimasta aggrappata per qualche metro alla portiera della vettura. Se non avesse mollato la presa, sarebbe stato trascinato per metri. Risalito nell’auto di servizio, è iniziato l’inseguimento. Passetto, corso Amendola, Galleria Risorgimento percorsa dal 31enne contromano, poi la Baraccola dove avrebbe raggiunto una velocità di 170 km/h. L’arrivo all’Aspio e la sbarra del casello di Ancona sud che viene completamente travolta dalla Fiat. La vettura del 31enne è stata fermata tra i caselli di Ancona sud e Ancona nord. L’uomo ha riferito che voleva raggiungere Bologna con la donna che aveva al suo fianco. E’ stato arrestato e collocato ai domiciliari. Quando questa mattina i carabinieri sono andati a casa sua, in via Ascoli Piceno, per un controllo non c’era. E’ stato trovato al bar, poco distante dalla sua abitazione. E’ scattato il secondo arresto, questa volta per resistenza a pubblico ufficiale.

(fe.ser)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X