facebook rss

Tragedia al porto:
muore investito da un tir

ANCONA - Vittima un vigilante di 52 anni, travolto da un mezzo pesante che stava facendo manovra all'altezza della banchina 23, la stessa dove nel giugno 2019 ha perso la vita l'agente marittimo Luca Rizzeri
Print Friendly, PDF & Email

L’area dell’investimento

 

Tragedia al porto: muore investito da un tir. E’ accaduto all’altezza della banchina 23 dello scalo dorico. Vittima, un vigilante anconetano di 52 anni. Stando a una prima ricostruzione, sarebbe stato travolto poco dopo le 19 da un mezzo pesante che stava facendo manovra. Per lui non c’è stato nulla da fare, nonostante l’arrivo tempestivo dei soccorsi e le manovre rianimatorie applicate. Sul posto, oltre al personale del 118, la Polmare, i carabinieri e la Capitaneria di Porto. La tragedia è avvenuta nell’area della banchina dove a giugno 2019 perse la vita Luca Rizzeri, l’agente marittimo colpito a morte dalla cima di una nave, staccatasi dalla bitta (leggi l’articolo). Sul caso è ancora aperta un’inchiesta per omicidio colposo a carico del comandante dell’imbarcazione, la Bf Philipp. Il 52enne, da quanto emerso, era uno degli addetti che vigilano l’ingresso dei mezzi/personale in banchina. La ricostruzione della dinamica è al vaglio degli investigatori, coordinati dal pm Ruggiero Dicuonzo. L’area dove è avvenuta la tragedia è caratterizzata da una scarsa illuminazione, fatto che può aver concausato – ma è solo un’ipotesi – l’investimento mortale. Da valutare anche la posizione della vittima al momento dell’impatto con il mezzo pesante e la correttezza della manovra di quest’ultimo. Sul posto è arrivato anche il presidente dell’Authority Rodolfo Giampieri.

(foto di Giusy Marinelli)

 

 

Un anno fa la morte di Luca Rizzeri: le sirene del porto per ricordarlo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X