facebook rss

Fa arrampicata in quarantena e cade:
denunciato un 41enne

COVID - L'uomo, ascolano, è andato a Colle San Marco nonostante fosse in isolamento e si è fratturato un femore. Positività confermata al pronto soccorso del Mazzoni. I soccorritori sono stati sottoposti al tampone. Rischia una pena da 3 a 18 mesi di carcere, con ammenda da 500 a 5mila euro
Print Friendly, PDF & Email

ospedale-mazzoni-ascoli

L’ospedale Mazzoni di Ascoli

 

La divisione Anticrimine della Questura di Ascoli Piceno ha denunciato, per essersi allontanato dalla propria abitazione durante la quarantena, un 41enne ascolano: nonostante fosse positivo al coronavirus si era recato a Colle San Marco, il 6 novembre, precipitando da una parete di arrampicata e procurandosi la frattura di un arto. L’uomo era stato recuperato da una squadra di vigili del fuoco, dal personale del Cai e soccorso da sanitari del 118 che lo aveva trasportato al pronto soccorso dell’ospedale Mazzoni: durante il soccorso il 41enne aveva rivelato la propria positività per la quale sarebbe dovuto rimanere in casa in quarantena. La positività era stata confermata al pronto soccorso del “Mazzoni”: si era sottoposto al tampone il 27 ottobre, risultando positivo e con elevata carica. I suoi soccorritori sono stati sottoposti al tampone e lui denunciato: rischia una pena da 3 a 18 mesi di carcere, con ammenda da 500 a 5mila euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X