facebook rss

Nel nome di Romualdo Sassi
l’archivio storico vince
contributi per nuovi progetti

FABRIANO - Partecipando al bando regionale, l'istituzione si è aggiudicata un fondo di 4mila euro che permetterà di realizzare opere di valorizzazione del patrimonio culturale. Lo studioso ha lasciato in eredità un'ingente produzione editoriale, in gran parte conservata proprio nella biblioteca comunale a lui intitolata
Print Friendly, PDF & Email

L’archivio storico di Fabriano (foto Giulia Brega

 

 

L’Archivio storico di Fabriano nelle pagine di Romualdo Sassi, storico e conoscitore. È questo il progetto presentato dall’Ufficio Cultura e Turismo del Comune di Fabriano che si è aggiudicato un finanziamento di quasi 4mila euro grazie al bando per il sostegno di progetti per la valorizzazione degli Archivi storici delle Marche. Il bando è stato promosso ai sensi della Legge Regionale 4/2010. La graduatoria dei vincitori è consultabile al link  http://www.norme.marche.it/. «L’assegnazione di questo finanziamento, ottenuto con il punteggio massimo tra gli enti assegnatari, – sottolinea un comunicato del Comune di Fabriano – permetterà di realizzare opere di valorizzazione del nostro importante patrimonio culturale, e si affianca all’altro bando regionale per la “promozione della lettura”, recentemente vinto dalla Biblioteca di Fabriano. Romualdo Sassi, insigne studioso che ha lasciato opere imprescindibili per la storia di Fabriano, si è occupato della storia della nostra città con rigore e passione, affrontando gli aspetti religiosi, sociali, storico-artistici e dando un notevole contributo anche per lo studio dei fondi antichi della biblioteca e dell’archivio storico di Fabriano. Il Sassi ci ha lasciato in eredità un’ingente produzione editoriale, in gran parte conservata nella biblioteca comunale a lui intitolata. Il progetto vede la collaborazione del LabStoria – Laboratorio permanente di ricerca storica e sarà esecutivo nel 2021. Tante saranno le iniziative tese a valorizzare ulteriormente la sua figura di storico e umanista, attraverso eventi e corsi di formazione dedicati alla ricerca archivistica e storica».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X