facebook rss

«Per Don Pigini era importante
il senso di appartenenza
alla famiglia e alle proprie radici»

CASTELFIDARDO - Il sindaco Roberto Ascani ricorda il sacerdote-imprenditore scomparso ieri. La sua città natale gli aveva conferito la civica benemerenza nel 2014
Print Friendly, PDF & Email

Don Lamberto Pigini

 

 

«Ci ha lasciato don Lamberto Pigini. Uno straordinario esempio di attaccamento alla propria comunità sia attraverso la fede che attraverso la capacità imprenditoriale. Un crocettaro d’eccellenza che non mancava mai di ricordare quanto fosse importante il senso di appartenenza alla propria famiglia e alle proprie radici. Don Lamberto, immagino che sarai felice di ritrovarti con tuo fratello Oliviero: non finiremo mai di ringraziarvi per tutto ciò che avete dato alla nostra città». Il sindaco di Castelfidardo, Roberto Ascani, ricorda il sacerdote imprenditore che si è spento ieri all’ospedale di Civitanova all’età di 97 anni. Suo fratello, Oliviero, aveva fondato la Eko, azienda di Montelupone che si era affermata nella fabbricazione di chitarre e che don Lamberto riacquistò negli anni Ottanta e rilanciò con una politica imprenditoriale innovativa. Don Pigini era nato l’11 gennaio del 1924 a Castelfidardo. La sua città natale nel 2014 gli aveva conferito la civica benemerenza nell’ambito della tradizionale cerimonia dei festeggiamenti patronali del 4 maggio, con la consegna del ‘sigillo’ di Castelfidardo per i meriti sociali e imprenditoriali che hanno portato prestigio e beneficio all’intera comunità locale.

E’ morto don Lamberto Pigini, sacerdote e imprenditore illuminato

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X