facebook rss

A piedi a Portonovo:
prende forma il progetto
per riaprire il vecchio sentiero

ANCONA – Affidato l'incarico di stesura del progetto preliminare, definitivo ed esecutivo dell'intervento di ripristino della strada pedonale per un valore di 10.085 euro. Il costo totale dell'opera è stimato in 250mila euro
Print Friendly, PDF & Email

La Baia di Portonovo (foto d’archivio)

di Martina Marinangeli

A spasso tra i sentieri storici che conducono alla baia. Il Comune ha affidato all’ingegner Gabriele Dezi di Ancona la stesura del progetto preliminare, definitivo ed esecutivo dell’intervento di ripristino della strada pedonale che conduce a Portonovo, per un valore di 10.085 euro. Il costo dell’opera in sé è invece stimato in 250mila euro e, secondo la road map tracciata dai tecnici, servirà un anno per portarla a casa. L’intervento prevede il rilievo, lo studio e la progettazione completa del percorso pedonale che, riprendendo l’antica strada per Portonovo, collega la zona della rotatoria a monte con l’area di parcheggio del Lago Grande, nei pressi della spiaggia del Molo. Proponendo una alternativa pedonale, il tracciato dovrà soddisfare, «con efficienza ed efficacia, il miglioramento della sicurezza pedonale e veicolare della attuale via di comunicazione con la Baia», si legge nella determina 17 del 12 gennaio. I lavori riguarderanno anche sfalci di erbacce, costituzione del fondo stradale, creazione di graticci e palificate in legno dove necessario, balaustre e palizzate in legno e segnaletica di indicazione. Un ritorno al passato, con la riproposizione del suggestivo tracciato di due chilometri in mezzo ai boschi che fu il primo sentiero monte-Portonovo. A fine luglio, erano stati il Cai ed il compianto presidente del Parco del Conero Emilio D’Alessio a fare pressing sul Comune affinché avviasse nel concreto l’iter iniziato un anno fa con l’approvazione in Consiglio comunale di una mozione del capogruppo dei Verdi, Diego Urbisaglia. Un ulteriore tassello nel new look di Portonovo che passa anche per il recupero del manufatto comunale in zona Ramona, da adibire a punto info turistico e centro ambientale focalizzato su Portonovo, la specialità del mosciolo, habitat marino, diffusione di regole e comportamenti ambientalmente corretti riferiti al Parco, attività con giovani e scuole. Il molo verrà sottoposto a manutenzione straordinaria e nuova vita avranno anche bagni e docce del campeggio La Torre, che versano da tempo in condizioni precarie: si ritiene necessario un intervento di manutenzione straordinaria su impianti, sanitari ed infissi. Verranno infine installati degli idranti nell’area parcheggi e nella piazzetta di Portonovo.

Manutenzione spiagge: l’ex Ramona diventerà info point del mosciolo Restyling per i sentieri della baia

A piedi a Portonovo: il sentiero pronto per la prossima estate

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X