facebook rss

Bando selezione per direttore Asso:
i dubbi di Progetto Osimo Futura

OSIMO - Il movimento di minoranza attraverso il suo rappresentante nel Cda dell'azienda speciale del Comune, con oltre 6 milioni di fatturato e più di 100 dipendenti, aveva proposto che venissero richieste solo la laurea in Economia o equiparate, che fosse inserita una prova scritta e che il punteggio della prova orale non superasse quello per i titoli
Print Friendly, PDF & Email

 

 

 

«È sufficiente anche la laurea in Studi Europei, o quella in Relazioni Internazionali o in Scienza della Politica o altre della stessa natura, per sovrintendere e coordinare l’intera area amministrativa e delle risorse umane della Asso, azienda speciale del Comune di Osimo. Parliamo di un’azienda con oltre 6 milioni di fatturato e più di 100 dipendenti che gestisce tutti i servizi sociali, educativi, scolastici, dell’handicap, nonché i servizi sanitari, culturali e turistici della città di Osimo. Non solo, per scegliere il responsabile amministrativo di tutto ciò la Commissione esaminatrice potrà dare fino al 40% di punteggio per i titoli mentre potrà concedere addirittura fino al 60% alla prova orale, quindi potendo designare il prescelto o la prescelta basandosi soprattutto su una valutazione soggettiva». Progetto Osimo Futura, movimento di minoranza in Consiglio comunale, elenca una serie di dubbi e domande sulla selezione bandita dal Comune di Osimo per individuare il nuovo direttore amministrativo della Asso, l’azienda speciale per i servizi socio-educativi e culturali del Comune di Osimo. «Riteniamo che – prosegue la nota di Progetto Osimo Futura – la possibilità di concorrere possedendo lauree per nulla pertinenti alle mansioni del futuro direttore amministrativo, l’eccessivo punteggio alla prova orale e la mancanza di una prova pratica o scritta gettino ombre sulla trasparenza e l’esito finale di questo bando che sembra finalizzato a poter assumere una persona già destinata a ricoprire il ruolo di direttore generale. Allora perché non bandire il concorso per questa figura invece che per direttore amministrativo? Ci complimentiamo invece con la nostra Ilaria Vaccarini, consigliera di minoranza del CdA della Asso che, coerentemente alla sua battaglia di correttezza e regolarità che da mesi sta conducendo all’interno dell’Azienda, ha votato contro l’approvazione di questo bando. Ilaria aveva proposto che venissero richieste solo la laurea in Economia o le lauree equiparate, che fosse inserita una prova scritta e che il punteggio della prova orale non superasse quello per i titoli. Proposte immediatamente bocciate dal presidente e dall’altra consigliera».

In pensione Franco Natalucci: bando di selezione per assumere il nuovo direttore della Asso

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X