facebook rss

E’ morto Andrea ‘Billy’ Franceschini,
artista poliedrico e versatile

SENIGALLIA - Si è spento ieri a 42 anni all'ospedale di Torrette, domani pomeriggio la città lo saluterà nella chiesa del Portone. Il ricordo dello chef Mauro Uliassi
Print Friendly, PDF & Email

La chiesa del Portone

 

Giovane, con una vita davanti a sé e tanti sogni da realizzare, infranti insieme alla speranza di vincere la malattia. Senigallia piange Andrea ‘Billy’ Franceschini, deceduto ieri all’età di 42 anni all’ospedale di Torrette.

Andrea Franceschini

Papà di due bimbi ancora piccoli, artista, cuoco e artigiano del design dalle mani d’oro, le istallazione e le sculture di Billy erano state centrali nell’evento ‘A Bridge to the Future’ allestito da Comune di Senigallia qualche anno fa a Palazzo del Duca insieme alle opere al fotografo Giovanni Ghiandoni. Tra i tanti messa di cordoglio dello chef stellato Mauro Uliassi che ha ricordato l’impegno, l’estro e le comtaminazioni artistiche  espressi del 42enne in un messaggio sui social media «Andrea detto Billy non c’è più. – ha scritto – Una malattia improvvisa che non dà scampo lo ha portato via. Abbiamo lavorato insieme tra il 2000 e il 2005. Andrea era un artista. Si guadagnava da vivere lavorando con noi in cucina. Parlava spesso di arte con me, intuendo il parallelo tra cucina e arte e mi portava libri che dovevo leggere assolutamente. Ci disegnò i nostri grembiuli e mi aiutò per un grande evento alla fiera dell’arte di Bologna dove mi presentai con un’idea bellissima di Andrea: una padella disegnata prendendo spunto da Magritte “Ceci n’est pas une poêle”. Catia e io abbiamo due sue opere. Porto con me il suo sorriso. Abbraccio forte la moglie Caterina e i 2 piccoli. Ciao Andrea». La camera ardente è stata aperta oggi pomeriggio alle visite al cimitero Maggiore ‘Le Grazie’ di Senigallia. I funerali di Andrea Franceschini che lascia la moglie Caterina Sagrati, si svolgeranno domani, venerdì 5 febbraio, alle ore 16 nella Chiesa Parrocchiale di S. Maria della Neve (Portone) di Senigallia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X