facebook rss

Giornata europea del 112,
l’app che può salvare una vita

LA REGIONE promuove l'applicazione “112 Where are U” del numero unico d'emergenza
Print Friendly, PDF & Email

esercitaizone-area-portuale-guardia-costiere-vdf-soccorsi-croce-verde-porto-civitanova-FDM-2-325x217

 

 

Accessibile, veloce e gratuita: è l’unica app che “può davvero salvarti la vita”. In occasione dell’11 febbraio, Giornata europea del 1-1-2 Nue, la Regione Marche, insieme alla Regione Umbria, con cui è condivisa la Cur (Centrale di risposta) di Ancona, promuove l’applicazione “112 Where are U”, strumento che implementa la fruizione del numero unico di emergenza 112. Oltre alla possibilità di chiamare i soccorsi, da rete fissa e mobile, digitando il numero “112”, si può utilizzare una app, scaricabile su tutti i dispositivi mobili, da cui con un click allertare i soccorsi, anche se non si è in grado di parlare: gli operatori localizzano immediatamente la richiesta e inviano, in modo rapido e preciso i soccorsi. Gli operatori possono anche gestire la richiesta via chat. Il video divulgativo è stato pubblicato sui canali istituzionali e da Siems (Società italiana emergenza sanitaria), che, in collaborazione con SOS Emergenza, ha promosso un evento Social che si svolgerà oggi, giovedì 11 febbraio, alle 17: una diretta facebook/youtube, che ha per argomento “112 day, il Nue 112 in Italia: come ha gestito l’emergenza Covid e quali sono le sfide del futuro”. 112-1-325x325Le Marche e l’Umbria hanno attivato una Centrale unica di risposta (Cur), localizzata ad Ancona, nella cittadella della Giunta regionale. La Cur Marche e Umbria gestisce le richieste di soccorso e smista le chiamate ai carabinieri (112), alla polizia (113), ai vigili del fuoco (115), al soccorso sanitario (118). È operativa, per fasi, dal 10 dicembre 2020, a partire dalla provincia di Ancona. Dallo scorso mese di gennaio copre l’intera Umbria, mentre le restanti province marchigiane saranno coperte secondo il seguente calendario: Macerata dal 16 febbraio 2021 – Ascoli Piceno e Fermo dal 9 marzo 2021 – Pesaro e Urbino dal 30 marzo 2021. A oggi la Cur Marche e Umbria ha gestito 78.320 chiamate: 33.011 sono state inoltrate alle centrali di emergenza (soccorso sanitario, vigili del fuoco, forze dell’ordine), 45.309 non inoltrare in quanto sono risultate improprie. Il tempo di attesa, da parte dei cittadini, per la risposta della centrale, è stato di 3 secondi (al di sotto dei tempi medi di gestione previsti dal ministero dell’Interno). A regime saranno servite dal Nue 112 Marche-Umbria: 5 centrali operative dell’emergenza sanitaria, 19 sale operative della polizia, 27 centrali operative dei carabinieri, 6 sale operative dei vigili del fuoco, la centrale operativa del Comando generale della capitanerie di porto.

112-2-650x650</a

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X