facebook rss

Quattro valigie piene di “khat”,
in manette i corrieri

ARRESTATI all'aeroporto di Fiumicino un 41enne di Sirolo e un 45enne teramano. La droga africana sarebbe stata immessa nel mercato dorico e a Porto Recanati. Sequestrati 76 chili
Print Friendly, PDF & Email

Roma-arresti-traffico-droga-aeroporto

 

Dal Sudafrica a Fiumicino con 76 chili di “khat”, era destinato al mercato stupefacente dell’anconetano e di Porto Recanati. Arrestati un 41enne dorico (resdiente a Siolo ma di origine abruzzese) e un 45enne del teramano. Sorpresi all’aeroporto i “corrieri” della nuova droga utilizzata dagli africani. Gli uomini del reparto operativo della Compagnia di Civitanova sono arrivati fino all’aeroporto internazionale Leonardo da Vinci di Roma per l’esito di un filone di indagine portato avanti da parecchi mesi e che ha portato all’arresto dei due spacciatori internazionali. Si tratta di due uomini italiani, utilizzati come corrieri con voli e scali dal Sudafrica per rifornire il mercato del maceratese (soprattutto della zona dell’Hotel House) e dell’anconetano. Il khat è un tipo di sostanza poco nota, utilizzata per lo più da africani e simile nell’aspetto ad un ortaggio, tipo rucola. I due arrestati ne avevano 76 chili distribuiti in 4 valigie. I due soggetti erano finiti da tempo sotto la lente dell’Arma dei carabinieri che li teneva d’occhio e ieri in collaborazione con il personale del servizio antifrode dell’Agenzia delle Dogane “Roma2” hanno tratto in arresto i due italiani. Erano arrivati nella Capitale con un volo della compagnia aerea Qatar Airways proveniente da Johannesburg con scalo a Doha e sono stati fermati e quindi controllati dai militari nei pressi del Terminal 3.Nelle loro quattro valigie sono stati recuperati 76 chilogrammi di “khat”. La sostanza, che solitamente viene masticata o essiccata e rientra nella tabella 1 delle sostanze stupefacenti è stata sequestrata ed è custodita presso gli uffici del servizio antifrode dell’Agenzia delle Dogane “Roma2”. Nel mercato avrebbe prodotto utili illeciti per circa 20mila euro. Gli arrestati sono stati accompagnati nel carcere di Regina Coeli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X