facebook rss

Prorogata la mostra “Made in New York
Keith Haring – Paolo Buggiani”

OSIMO - L'allestimento, curato dall'associazione Metamorfosi e aperto a singhiozzo per la pandemia, resterà a Palazzo Campana fino a settembre. «La data di riapertura sarà definita non appena il Governo indicherà i protocolli di sicurezza. Al nuovo CdA del Campana chiederemo il via libera per continuare a ospitarla» spiega il sindaco Pugnaloni
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco SImone Pugnaloni (a sinistra) e l’onorevole Pietro Folena

 

Prolungata fino al prossimo mese di settembre la permanenza ad Osimo della mostra “Made in New York. Keith Haring (subway drawings) – Paolo Buggiani e la vera origine della street art”. Si tratta della seconda proroga che il Comune di Osimo ottiene per l’allestimento ospitato a Palazzo Campana, curato da Gianluca Marziani e dall’associazione Metamorfosi. La mostra era stata infatti inaugurata il 23 luglio 2020 e avrebbe dovuto chiudere i battenti il 10 gennaio di quest’anno ma per forza maggiore era stata visitabile per pochi mesi a causa del nuovo lockdown. Già la seconda ondata pandemica di autunno aveva costretto il Comune a chiuderla in anticipo. «Nei tre mesi di apertura a ingressi contingentati aveva comunque registrato circa 6mila visitatori. Ora per sfruttare al meglio l’opportunità di ospitare a Osimo le opere dei più grandi artisti della street art mondiale, abbiamo chiesto e ottenuto dall’on. Pietro Folena, presidente di Metamorfosi, una seconda proroga per riaprire appena possibile la mostra fino almeno a settembre. – fa sapere il sindaco Simone Pugnaloni – Per questo proprio stamattina ho incontrato l’on. Folena. Date e modalità saranno definite in un secondo momento, dopo che il Governo indicherà riaperture e relativi i protocolli di sicurezza. Nel frattempo il Comune chiederà al nuovo Consiglio d’amministrazione dell’Istituto Campana il via libera per continuare a ospitare la mostra sulla street art e favorire così la ripresa del turismo la prossima estate».

Con Folena e la sua associazione il sindaco di Osimo ha inoltre iniziato a ragionare «su una nuova programmazione a partire dal prossimo inverno durante il periodo natalizio. Diverse le idee in cantiere che analizzeremo per continuare il filone dei grandi allestimenti che hanno fatto diventare Osimo punto di riferimento nelle Marche come polo culturale ed espositivo, traino anche per il settore turistico. Mantenere alta l’attenzione sul centro storico e le sue attività tramite lo sviluppo di turismo e cultura. E’ sempre stato un obiettivo di questa amministrazione comunale. Ed anche in un momento di simile incertezza nella programmazione di eventi aperti al pubblico, stiamo lavorando per non farci trovare impreparati al momento delle riaperture che, come auspicato da tutti, dovrebbero iniziare progressivamente già dal prossimo mese».

 

Mostra Keith Haring e Paolo Buggiani, altri tre mesi di tempo per visitarla

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X