facebook rss

«Il maxi parcheggio
è lasciato all’incuria»

OSIMO - Achille Ginnetti, capogruppo consiliare di Pof, in aula ha invitato l’Amministrazione comunale ad utilizzare lo stanziamento post sisma di 500mila euro per manutenzione straordinaria non solo nel terzo piano dell’infrastruttura di via Colombo che «grida vendetta per lo stato in cui si trova a causa della mancanza di una manutenzione ordinaria» ha sottolineato
Print Friendly, PDF & Email

I punti del maxi parcheggio di via Colombo che – secondo Progetto Osimo Futura – richiederebbero una maggiora attenzione e manutenzione

Il Piano delle Opere Pubbliche del Comune di Osimo è stato approvato con larga maggioranza nell’ultima seduta del Consiglio comunale non ha visto il nostro voto favorevole, pur contenendo opere di primaria importanza molte delle quali presenti nel programma elettorale di Progetto Osimo, sottolinea un comunicato del gruppo politico.

Achille Ginnetti

Il consigliere di Pof Achille Ginnetti, che in sede di voto si è astenuto, ha rimarcato ancora una volta la mancanza di un piano di manutenzione degli immobili comunali. Oltre all’adeguamento sismico del palazzo Comunale e del palazzo ex-Eca con i fondi del terremoto del 2016, nel bilancio è previsto un intervento di manutenzione straordinaria solo del terzo piano del maxi-parcheggio con uno stanziamento di 500 mila euro. «Limitarsi a intervenire solo sul terzo piano è insufficiente per la gravità della situazione, il maxi parcheggio grida vendetta per lo stato in cui si trova a causa della mancanza di una manutenzione ordinaria – ha ribadito Ginnetti – La struttura mostra tutti i segni del tempo e dell’incuria, un deterioramento della struttura visibile a tutti. È inconcepibile che si possa installare l’ascensore, come annunciato, in un edificio che mostra evidenti segni di ammaloramento».

A queste e ad altre osservazioni sullo stesso argomento, come la mancanza di interventi per altre situazioni a rischio come l’ex scuola Leopardi, la scalinata Oberdan, le mura romane, il muro sotto i 3 pini, non c’è stata nessuna risposta da parte dell’Amministrazione. Ginnetti ha sottolineato che «anche i Revisori dei Conti, nella relazione al Bilancio di Previsione, hanno invitato l’amministrazione a stilare un programma di manutenzione che prevenga interventi di somma urgenza. Chiediamo quindi con forza una maggiore attenzione all’Amministrazione comunale, che accanto alle nuove opere da realizzare pensi ad evitare che si deteriori il vasto patrimonio immobiliare del Comune di Osimo».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X