facebook rss

Fabriano, si dimette Cristiano Pascucci:
«E’ stato un onore e un privilegio
ma lascio il ruolo di assessore»

GIUNTA in fibrillazione a un anno dalle elezioni comunali. Il sindaco Gabriele Santarelli: «Decisione non preannunciata che ci ha colto alla sprovvista». La delega ai Lavori pubblici assegnata pro tempore al vice sindaco Arcioni
Print Friendly, PDF & Email

Cristiano Pascucci

 

 

«Oggi ho presentato al sindaco le mie dimissioni dal ruolo di assessore» ha annunciato nel tardo pomeriggio di oggi in un post sui social media Cristiano Pascucci, 50 anni, assessore del Comune di Fabriano.«Per oggi non mi sento di aggiungere altro se non, come ho scritto sulla lettera che ho inviato, che è stato un onore e un privilegio poter svolgere il ruolo di amministratore di questa città. Nei prossimi giorni risponderò volentieri a tutte le domande del caso». Per 3 anni Pascucci è stato alla guida degli assessorato ai lavori pubblici Protezione civile, Urbanistica, Bonifiche, Piano eliminazione barriere architettoniche (Peba), Patrimonio comunale ( in condivisione). Ora le sue deleghe saranno affidate pro tempore al vice sindaco Ioselito Arcioni. Le fibrillazioni scuotono l’esecutivo della città della carta a un anno dalle elezioni amministrative, i rumors ipotizzano disaccordi nelle scelte della conduzione degli uffici, anche se nell’aria non si percepivano malumori palesi.

Il primo a parlarne in questi termini è stato proprio il sindaco Gabriele Santarelli. «Stamattina ho ricevuto sulla mia scrivania le dimissioni irrevocabili dell’assessore Pascucci dal suo ruolo. È una decisione che non c’è stata preannunciata in alcun modo e che ci ha colto alla sprovvista. – ha commentato il primo cittadino di Fabriano – Nei prossimi giorni, nonostante l’irrevocabilità delle dimissioni, proverò a parlarci per capire se è possibile ricomporre la situazione ma nel frattempo da domani le sue deleghe saranno attribuite al vicesindaco Arcioni». Santarelli ricorda infatti che «ci sono tanti lavori avviati tanti che verranno avviati a breve e tanti progetti che dovranno essere finanziati nei prossimi mesi e tanto attesi dalla città. Le assunzioni di 4 nuovi tecnici di cui due ingegneri e due architetti che avverranno nei prossimi giorni grazie al concorso che si è appena concluso ci consentiranno di andare più veloci. Anche la riorganizzazione della macrostruttura, che era il punto cardine del nostro programma e l’obiettivo principale del mandato, con la quale abbiamo rivisto l’assetto interno degli uffici, consentirà al nostro comune di aumentare la propria efficacia ed efficienza così come sarà possibile anche grazie alle nuove assunzioni che verranno formalizzate non appena sarà approvato il bilancio. Di fronte abbiamo un altro anno impegnativo».

 

Si è dimesso l’assessore Francesco Bolzonetti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X