facebook rss

Opera in prima mondiale
per ricordare Ilaria Alpi

ANCONA - Lunedì ricorre il 60esimo anniversario della nascita della giornalista scomparsa in Somalia ed "Erano canti di guerra" per tuba e voce recitante di Paolo Rosato sarà interpretata dal concertista anconetano Gianmario Strappati, ambasciatore di Missioni Don Bosco per la musica nel mondo
Print Friendly, PDF & Email

 

Un’opera in prima mondiale per il 60esimo della nascita di Ilaria Alpi. Lunedi prossimo, 24 maggio, ricorre  l’anniversario della nascita di Ilaria Alpi, la giornalista della Rai scomparsa in Somalia nel 1994. Tra le varie iniziative a ricordo di questo grande personaggio, verrà proposto un video, patrocinato dall’ Ambasciata d’Italia a Mogadiscio, dagli enti anconetani: Associazione Papa Giovanni XXIII, Ambasciata dei diritti, Università per la pace, Casa delle culture, Amad, Cooss Marche, Con…tatto, Polo 9, Servizio di Strada, Hexperimenta, Tenda di Abramo, Avvocato di strada, Free Woman Odv, Caritas diocesana, Opere Caritative Francescane (che pubblicheranno l’opera nei loro canali social a partire da lunedi 24 maggio), dalla Casa delle artiste di Milano, dal Circolo Ambiente “Ilaria Alpi” di Como e da Radio Italia Africa (Kenya).

Gianmario Strappati

L’opera di Paolo Rosato “Erano canti di guerra” per Tuba e voce recitante sarà interpretata in prima mondiale dal concertista anconetano Gianmario Strappati, Ambasciatore di Missioni Don Bosco per la musica nel mondo. I versi di Tonia Giansante saranno declamati dall’attrice Rossella Mattioli. Il lavoro che nasce dallo spunto tematico tratto da antiche melodie somale, propone una profonda riflessione sul perché a distanza di anni questa vicenda riesca ancora a parlarci. Il video è stato realizzato dallo studio AbeVisualab di Castelfidardo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X