facebook rss

Reperti archeologici
infestati dall’erba

OSIMO - Sono quelli custoditi sotto il pavimento vetrato del loggiato comunale. La segnalazione di Daniele Bartolini: «Non è un bel biglietto da visita per il turismo». L'assessore Michela Glorio: «La disinfestazione avviene una volta l'anno con un prodotto deciso da tecnici comunali e della soprintendenza»
Print Friendly, PDF & Email

L’erba cresciuta tra i reperti archeologici sotto il loggiato comunale

 

Erbe infestanti tra i reperti archeologici esposti sotto il pavimento vetrato del loggiato comunale di Osimo, il luogo dove nel 2016 è stato ritrovato il busto in marmo della statua dell’imperatrice Plotina. A segnalare l’esigenza di fare una manutenzione più accorta è stato Daniele Bartolini, portavoce di ‘Difendi Osimo’ su un gruppo di discussione Fb. «Si può sapere quale valutazione di manutenzione a progetto è stata fatta per questa istallazione? – si è domandanto Bartolini – Come si crede(va) di mantenerla in ordine ed efficiente? Io ne ho viste altre in Italia, come erano state realizzate e cosa comportava manutenerle. C’è stata subito condensa in inverno e crescita d’erbacce già la scorsa primavera. Il vestito buono con cui ci si presenta al turista non lo si porta una volta all’anno in tintoria. Per tenere ordinato uno spazio così non servono milioni, ma nemmeno è semplice ed agevole altrimenti lo si sarebbe fatto prima, quando le piante erano appena spuntate».

L’assessore Michela Glorio è intervenuta nel dibattito social assicurando che «l’intervento è in programma e potrà essere eseguito, tra qualche settimana, con l arrivo della stagione estiva in modo che non ci sia umidità e che l ambiente si asciughi con facilità. Il prodotto che viene applicato alle superfici è un prodotto specifico concordato con la soprintendenza e viene applicato una volta l’anno. Il tipo di intervento e il prodotto da utilizzare è stato deciso da tecnici comunali e tecnici della soprintendenza al fine di tutelare i reperti e le parti murarie. Abbiamo piena fiducia nel loro intervento che, ripeto, avverrà nel giro di un paio di settimana al massimo».

Il loggiato comunale si rifà il trucco

L’ufficio turistico torna ad accogliere i visitatori sotto il loggiato comunale

Reperti archeologici a vista sotto il pavimento in vetro delle logge

Reperti archeologici e pavimento in vetro: si lavora per riaprire ‘le logge’

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X