facebook rss

Tavolo tecnico per elaborare
il Piano del traffico urbano

OSIMO - Stamattina la prima riunione a palazzo comunale per mettere a fuoco lo studio che che integrerà il nuovo Prg e aiuterà a superare le criticità della viabilità dei vari quartieri della città e nelle frazioni, da Passatempo a San Biagio
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco SImone Pugnaloni

 

 

L’amministrazione comunale di Osimo ha avviato un percorso per monitorare la viabilità cittadina e apportarne modifiche in tempo veloce, aprendo ad un tavolo tecnico permanente. Stamattina in municipio si è svolta la seconda riunione alla quale oltre al sindaco Simone Pugnaloni e all’assessore alla viabilità Federica Gatto hanno partecipato i referenti degli uffici Lavori pubblici, il comandante della Polizia locale, il direttore di Osimo Servizi ed il geometra esterno alla quale la società comunale ha conferito una consulenza per elaborare dei progetti relativi a soluzioni alternative e migliorative della viabilità di competenza comunale.«Lo staff che parteciperà ogni lunedì mattina al tavolo tecnico costituisce un ufficio del traffico di cui il Comune era privo e, assieme al dirigente del dipartimento Urbanistica, potrà elaborare il Piano del traffico urbano che integrerà il Prg per il quale si sta lavorando ad una variante generale. – fa sapere in un comunicato stampa il sindaco Simone Pugnaloni – Nello specifico il geometra incaricato da Osimo Servizi produrrà planimetrie e valutazioni per superare le criticità dei vari quartieri della città, con interventi specifici inseriti in un contesto globale. Ad esempio nella riunione di oggi si è deciso come implementare la segnaletica orizzontale e verticale e la disposizione dei parcheggi nella zona di Passatempo dove è stata di recente modificata la viabilità, impostando il senso unico di marcia davanti alla scuola elementare e alla palestra». Nelle prossime sedute del tavolo tecnico verranno valutate soluzioni migliorative anche per San Biagio,«come il cambio di viabilità all’incrocio tra via Ancona e via San Biagio, sfruttando in alternativa la rotatoria tra via Ancona, via Fermi e via Tenco per l’immissione alla strada Septempedana 361. – aggiunge Pugnaloni – Lo stesso staff, una volta realizzato il secondo tratto della bretella tra via Jesi e via Montefanese che presto andrà cantierato, studierà come cambiare la viabilità di Padiglione per bypassare l’incrocio semaforico, impostando possibili obblighi di svolta sulla direttrice Ancona-Macerata e Jesi-Osimo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X