facebook rss

Trofeo delle Cinture 2021,
Charly Metonyekpon
si gioca la finalissima

BOXE - Il pugile osimano peso super leggero venerdì salirà sul ring di Civitavecchia per incrociare i guantoni con il pari peso romano Mauro Loli
Print Friendly, PDF & Email

Charly con il maestro Andrea Gabbanelli  e Daniele Marra 

 

Venerdì 25 giugno, il pugile fidardense Charlemagne Metonyekpon, (6.0.0) 25 anni, peso super leggero, salirà sul ring di Civitavecchia per incrociare i guantoni con il pari peso Mauro Loli, 24 anni, romano, (5.1.0) per la finalissima del Trofeo delle Cinture 2021.

Charly Metonyekpon

L’evento indetto dalla Federazione Pugilistica Italiana Wbc, riservato ai professionisti, è organizzato dalla Buccioni Boxing Team che ha allestito il quadrato all’aperto, sul suggestivo lungomare della Marina di Civitavecchia, finalmente in presenza del pubblico. Metonyekpon meglio conosciuto come Charly è seguito ed allenato da sempre dai maestri Andrea Gabbanelli e Daniele Marra del Team Boxing Club Castelfidardo con i quali l’anno scorso ha vinto lo stesso Trofeo, ma nella categoria leggeri, battendo ai punti nella finale il toscano Marvin Demollari allo stadio di Castelfidardo. Charly, sino ad oggi professionista imbattuto, reduce dalla vittoria su Jacopo Fazzino disputato a Torrette di Ancona il dicembre scorso, combatterà sulla lunghezza degli otto round contro Mauro Loli del Team De Carolis, seguito dai maestri Italo Mattioli, Luigi Ascani e Giovanni De Carolis, vincitore ai punti nel match disputato il marzo scorso a Pamphili Village di Roma su Cristian Malvitano. Gli esperti prevedono un match equilibrato e molto combattuto dai due pugili entrambi motivati dalla conquista di questo Trofeo che permetterebbe al vincitore, oltre che aggiudicarsi la prestigiosa cintura, di passare automaticamente alla prima serie per puntare poi direttamente al titolo italiano.

Mauro Loli

La sfida al titolo tricolore potrebbe essere verosimile, poiché in caso di vittoria del fidardense Metonyekpon la società Boxing Club Castelfidardo, a quanto si apprende, potrebbe essere in grado di gestire l’evento, entro quest’anno, e proprio nella sua città. «Questa per me è la seconda finale nel Trofeo delle Cinture e di questo ne sono molto onorato – spiega il pugile fidardense in una nota della Fip Marche – ovviamente, non abbasso la guardia e mi sto preparando al meglio, come sempre. Non vedo l’ora che arrivi il 25 giugno». Mauro Loli sentito attraverso i social ha dichiarato che «sarà un match duro, so di partire da sfavorito sulla carta, ma mi sono preparato al meglio e sto nella migliore forma raggiunta finora, grazie ai miei maestri Italo Mattioli, Luigi Ascani e Giovanni De Carolis, il preparatore Antonello Regina e il mio nutrizionista Alessio Aureli, che mi hanno seguito con una professionalità unica. Sono sicuro che sarà un bel match che regalerà emozioni».

Da segnalare che nella stessa serata, sul medesimo ring si disputerà anche altre due finali e precisamente quella del Trofeo delle Cinture dei pesi welter che vede il sardo Luigi Zito confrontarsi con l’abruzzese Stefano Ramundo ed il match clou mondiale valido per il Titolo del Mediterraneo Ibo dei pesi leggeri che vedrà contrapporsi il laziale Emiliano Marsili contro il belga Stephane Jamoye. Completa il sottoclou la sfida tra i pesi Piuma Davide Tiberi, romano, (6.0.0) e il georgiano Jaba Memishishi (8.14.0.) nonchè Eti Qamili italo albanese, 21 anni, (3.0.0.) vs Rajabzada.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X