facebook rss

La Diocesi piange mons. Franco Festorazzi,
arcivescovo emerito di Ancona-Osimo

ADDIO - Il presule è deceduto la notte scorsa a Como all'età di 92 anni. Aveva lasciato Ancona nel 2004 al compimento dei 75 anni. il messaggio dell'arcivescovo Angelo Spina
Print Friendly, PDF & Email

Mons, Franco Festorazzi

 

E’ deceduto la notte scorsa a Como, monsignor Franco Festorazzi, arcivescovo emerito di Ancona-Osimo. Ad annunciare la sua morte è stata la diocesi di Como dove il presule e teologo, 92 anni compiuti lo scorso 29 novembre, aveva scelto di ritirarsi negli ultimi anni della sua vita, ospite della parrocchia di Sant’Agostino. Al compimento del 75esimo anno mons. Festorazzi si era infatti dimesso e aveva lasciato la diocesi dorica. Era il 7 marzo del 2004. Nato a Varenna, il 29 novembre 1928, era stato ordinato sacerdote a Como il 28 giugno 1952 e inviato a Roma per approfondire gli studi. Dopo aver ottenuto la licenza in Scienze bibliche e in Teologia dal 1955 al 1990 è stato docente di Sacra Scrittura nel seminario di Como e, dal 1966, ordinario di Teologia biblica presso la Facoltà teologica dell’Italia settentrionale a Milano. Nel 1966 ha pubblicato il suo testo fondamentale “La bibbia e il problema delle origini”.Papa Paolo VI lo lesse e lo apprezzò tanto da domandare, nel corso di un’udienza, se per caso non fosse presente anche don Festorazzi, perché aveva piacere di intrattenersi con lui. Papa Montini si congratulò quindi con il giovane biblista di Como, incoraggiandolo nei suoi studi, riguardanti materie ed argomenti che, prima del Concilio, non erano tra le tesi dominanti. Eletto alla sede arcivescovile di Ancona-Osimo il 6 aprile 1991 vi aveva fatto l’ingresso il 9 giugno 1991 partendo dal santuario di Loreto.

Nell’apprendere la notizia della morte di mons. Franco Festorazzi. larcivescovo dell’Arcidiocesi metropolitana Ancona-Osimo Mons. Angelo Spina,- fa sapere una nota della Diocesi – ha espresso a tutti i suoi familiari le condoglianze più sentite da parte dell’intera Arcidiocesi, ed ha invitato i presbiteri, i religiosi, i diaconi, le religiose e il popolo santo di Dio alla preghiera «affinché il Signore, ricco di misericordia, accolga la sua bella anima in cielo, nella pace dei santi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X