facebook rss

Vent’anni dal G8 di Genova:
il ricordo di Amnesty al Lazzabaretto

ANCONA - E' per martedì sera l'appuntamento con la presentazione del libro a cura di Angelo Miotto nell'ambito della rassegna “Provviste d’estate”. Per l'occassione l'associazione rilancerà la campagna per l'introduzione dei codici identificativi per le forze di polizia
Print Friendly, PDF & Email

(foto d’archivio)

 

A vent’anni dal G8 di Genova, il gruppo Amnesty di Ancona invita ad una riflessione su quei giorni drammatici in cui vennero compiute estese violazioni dei diritti umani. Martedì 20 luglio alle ore 19, al Lazzabaretto di Ancona, è in programma la presentazione del libro “2001-2021 Genova per chi non c’era”, a cura di Angelo Miotto; interverranno Duccio Facchini, giornalista e scrittore, e Paolo Pignocchi, responsabile del Coordinamento Europa di Amnesty International Italia. L’evento è realizzato nell’ambito della rassegna “Provviste d’estate”, un progetto di Casa delle culture, Arci e Libreria Fogola. Ingresso libero.

Nell’ambito dell’iniziativa, Amnesty rilancerà la campagna per l’introduzione dei codici identificativi per le forze di polizia. Il libro di Miotto approfondisce i fatti attraverso l’esperienza di 20 testimoni privilegiati che erano presenti in quei giorni. Un racconto collettivo per spiegare Genova a “chi non c’era” e per raccogliere quello che Alessandro Leogrande chiamava “il seme sotto la neve” e che ha germogliato in tanti altri mondi possibili, dall’economia solidale all’informazione indipendente. Duccio Facchini, giornalista professionista, è direttore della rivista Altreconomia. Ha scritto diversi libri: è coautore di “Armi, un affare di Stato” (Chiarelettere) e autore di “Mi cercarono l’anima. Storia di Stefano Cucchi”, “Trolls Inc.”, “Kenya. Una guida di turismo responsabile”, “Le ragioni del No”, “L’economia in classe”, “Alla deriva” pubblicati da Altreconomia (info.: tel 335 1302269; pagina Amnesty Ancona su Facebook e Instagram).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X