facebook rss

«Pedonalizzare Piazza Dante?
Obiettivo possibile
ma non immediato»

OSIMO - Il sindaco Pugnaloni convocherà i capigruppo in vista della seduta consiliare di domani che discuterà gli ordini del giorno a tema proposti dalle Liste civiche
Print Friendly, PDF & Email

Un momento del Concerto di Ferragosto 2019 in una piazza Dante libera dalle auto

 

E’ convocato in video conferenza per domani pomeriggi, 28 luglio, alle ore 18.15 il Consiglio comunale di Osimo. Oltre alla salvaguardia degli equilibri di bilancio e assestamento generale del Bilancio 2021/2023 con aggiornamento Dup e alla riqualificazione della tradizionale manifestazione fieristica di San Giuseppe da Copertino di settembre, si parlerà anche di nuovi parcheggi.

I parcheggi a strisce blu di Piazza Dante

Un tema sempre di attualità rilanciato dai 2 ordini del giorno presentati dalla Liste civiche (primo firmatario Stefano Simoncini) sedute nei banchi di minoranza: il primo sulla riqualificazione di Piazza Gramsci e via Giulia mediante creazione di un parcheggio interrato (da 108 posti auto su progetto dall’architetto Lampa) al posto dell’attuale da 40 posti e destinazione delle vecchie botteghe a museo dell’artigianato e sedi di start-up artigiane di via Giulia: il secondo sulla eliminazione dei 36 parcheggi a strisce blu di piazza Dante con la realizzazione del nuovo parcheggio a servizio del centro storico da individuare, secondo i movimenti civici, anche nell’immobile del negozio Fattorini di Corso Mazzini che il Comune intende acquistare per trasferirci la Biblioteca ‘Francesco Cini’. «Pedonalizzare Piazza Dante è un obiettivo importante. – ammette il sindaco Simone Pugnaloni (Pd) in un post pubblicato sui social media – Iniziare il dibattito su un percorso che non è immediato è fondamentale. Per tale ragione convocherò tutti i capigruppo delle forze politiche che siedono in consiglio comunale per iniziare un dibattito costruttivo di idee che debbano donare slancio a questo progetto. L’ordine del giorno di mercoledì in consiglio comunale è un primo spunto di riflessione, è uno stimolo che da anni alimenta il pensiero di tutte le amministrazioni che si sono succedute negli ultimi anni. Noi ci siamo, ma Fattorini non puo’ essere trasformato in parcheggio perché ci sono reali e palesi problemi di viabilità in accesso ed uscita. Quindi è importante prima di pedonalizzazione individuare l’area per un nuovo parcheggio ed un ristoro permanente alla Osimo servizi che perderà annualmente introiti importanti dalle mancate future strisce blu in area ad alta rotazione. Il parcheggio da individuare sicuramente dovrà trovare spazio sul versante nord della città». Il maxi parcheggio di via Colombo si trova infatti nell’area sud-est della periferia osimana. Nel commentare la presa di posizione del primo cittadino, Lanfranco Migliozzi (Progetto Osimo Futura),  ex consigliere comunale ed ex amministratore di Park.O (Partecipata del Comune confluita in Osimo Servizi), suggerisce prima di avviare la ‘pedonalizzazione’ di piazza Dante, di «analizzare il traffico e proporre soluzioni della futura viabilità post chiusura piazza Dante. Inevitabilmente alcune servitù dovranno essere garantite, le auto dei residenti dovranno passare in qualche modo. Verranno istituiti dei varchi elettronici?»

Riqualificazione del centro, Liste civiche: «I nuovi parcheggi? Da Fattorini e sotto piazza Gramsci»

Elezioni, colpo di scena: Lanfranco Migliozzi saluta Pugnaloni e sostiene Achille Ginnetti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X