facebook rss

«Puntiamo a realizzare la nuova primaria
di Campocavallo e a ristrutturare
l’ala inutilizzata della ‘Bruno da Osimo’»

OSIMO - Alex Andreoli, assessore alla scuola, illustra gli interventi eseguiti nel corso dell'estate sui plessi scolastici e parla dei progetti in arrivo
Print Friendly, PDF & Email

L’assessore Alex Andreoli

 

Questa mattina anche gli studenti osimani sono tornati sui banchi di scuola. «Quella che in passato era semplice routine, negli ultimi due anni è diventata una buona notizia – sottolinea Alex Andreoli, assessore all’istruzione del Comune di Osimo – Auguro a tutti gli alunni e alle loro famiglie, ai docenti, ai collaboratori e a tutti coloro che operano nel mondo dell’istruzione un buon anno scolastico, che possa svolgersi regolarmente in presenza ed in serenità. Il grande lavoro svolto la scorsa estate in termini di valutazione e riorganizzazione degli spazi e delle aule di tutti i plessi osimani ha permesso quest’anno di dover apportare soltanto alcune modifiche migliorative in poche situazioni».

Osimo, il giardino della scuola dell’infanzia di Campocavallo

Il periodo estivo è servito al Comune per svolgere attività di manutenzione ordinaria e in alcuni casi straordinaria sia degli spazi interni sia di quelli esterni in molti plessi, dove segnalato dagli istituti; attività che continueranno anche nei prossimi mesi come da programma. «Sono numerosi gli interventi fatti, – ricorda Andreoli – ultimi in ordine cronologico la risistemazione del giardino esterno della scuola secondaria di Osimo Stazione, la riorganizzazione di due aule al Borgo, di un’aula a Piazzale Bellini, il posizionamento di un giunto tecnico alla scuola delll‘infanzia di Campocavallo e la ritinteggiatura di alcuni punti all’interno dell‘infanzia di Passatempo. A questi si aggiunge l’acquisto di nuovi arredi scolastici per un totale di 26mila euro, distribuiti nei vari plessi cittadini sulla base di un elenco di priorità segnalate. Ostacoli importanti in termini organizzativi questa estate sono stati e sono tutt’ora l’attuale situazione del mondo dell’edilizia, con imprese spesso oberate di lavoro e scadenze per via dei vari bonus, e la scarsa disponibilità di materiali, con conseguenti rincari e ritardi nelle consegne, come avviene purtroppo anche in molti altri settori. Nonostante ciò, oltre ai numerosi lavori di piccola e media entità svolti, è stato portato a termine nei tempi stabiliti un importante intervento presso l’infanzia Fornace Fagioli, in cui si è proceduto con il rifacimento della pavimentazione del piano terra con la creazione di un nuovo solaio areato per un miglioramento dell’habitat scolastico e un maggior risparmio energetico. I lavori sono stati finanziati per 60mila euro con fondi intercettati da enti sovraordinati e per 18mila euro circa per lavori integrativi con fondi comunali».

La scuola Marta Russo di Osimo

Sono poi già affidati i lavori, in partenza nei prossimi giorni, per la sostituzione degli infissi dell’infanzia di Abbadia per un importo di circa 30 mila euro.  Già finanziati ed in programma anche i lavori di manutenzione e riqualificazione di alcuni spazi e facciate esterni presso la primaria Marta Russo.  «Altro importante intervento a cui stiamo lavorando è il nuovo ascensore a Piazzale Bellini, che permetterà una migliore fruibilità della struttura e l’abbattimento delle barriere architettoniche, per un importo di 89mila euro. – ricorda l’assessore – Il progetto è stato approvato e si procederà a breve con l’affidamento dei lavori. Dopo aver approvato durante l’estate in giunta il progetto esecutivo , sono partiti i lavori per l’installazione di impianti fotovoltaici in 4 scuole del nostro Comune (Primaria Marta Russo, primaria Fornace Fagioli, secondaria Giovanni Paolo II di Osimo Stazione e infanzia Peter Pan di San Sabino) per un importo totale di 123mila euro, finanziati per 100mila euro da fondi ministeriali e per la restante parte da fondi comunali. Gli impianti avranno una potenza complessiva nominale di circa 80 Kw e produrranno un risparmio annuale stimato in 19mila euro».

Gli scolari della ‘Bruno da Osimo’ entrano in classe con le maestre (foto d’archivio)

Sempre nel periodo estivo il Comune è riuscito ad intercettare 17mila euro per l’areazione di spazi scolastici. «Negli ultimi mesi molto è stato fatto per la nuova scuola di Campocavallo con annessa palestra: concretizzata l’uscita dal fondo Miur, che ne ha impedito la realizzazione fino ad ora a causa di lungaggini burocratiche dipese da tempistiche ministeriali, – aggiunge Alex Andreoli – si è proceduto ora con l’affidamento a una rete temporanea di professionisti per la redazione del progetto definitivo. Un’opera necessaria e prioritaria sulla quale puntiamo molto. Altra opera molto importante in termini strategici a cui stiamo lavorando è la riqualificazione della seconda ala del plesso di Santa Lucia, che permetterà di superare la convivenza di Piazzale Bellini e di dotare nuovamente il centro storico di una scuola secondaria di primo grado. Effettuata e presentata la valutazione della vulnerabilità sismica dell’edificio in questione con relativo progetto di fattibilità, che ha dimostrato la possibilità di riqualificare la struttura esistente senza abbattimento, gli uffici comunali in collaborazione con gli enti coinvolti stanno lavorando alla procedura per l’utilizzo dei due finanziamenti sovracomunali intercettati che permetteranno di riqualificare l’immobile.  Sono molti gli interventi che come amministrazione comunale stiamo portando avanti in ambito scolastico, tutti finalizzati al benessere e alla formazione dei giovani osimani, la principale ricchezza per la nostra comunità».

La vecchia ala della scuola Bruno da Osimo, in via Santa Lucia che dovrebbe accogliere le nuove medie Krueger

 

Asili, primarie e medie: tornano in classe i 3.536 studenti osimani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X