facebook rss

Tenta di uccidere la moglie
e poi si accoltella

TENATO OMICIDIO a Moie. La vittima ha 35 anni ed è stata portata d'urgenza in ospedale con l'eliambulanza, le sue condizioni sono gravi. Fermato il marito, 45enne. Alla scena avrebbero assistito anche i figli piccoli della coppia
Print Friendly, PDF & Email

Icaro in atterraggio a Torrette (Archivio)

 

Follia questa mattina intorno alle 7 al confine tra Moie e Castelbellino Stazione.
Un tunisino di 45 anni ha accoltellato la moglie 35enne per poi rivolgere l’arma su di sé e infliggersi alcuni fendenti.
Il dramma è avvenuto in casa, in un’abitazione in via Marche, e ad accorgersi di quanto stava accadendo sono stati anche i loro due figli piccoli, un bimbo e una bimba svegliati dalle urla della mamma.
L’allarme al 112 è stato lanciato dai vicini che hanno notato anche uno dei due figli correre in balcone, iniziando a urlare e a piangere.
Sul posto, chiamato il 118, sono intervenute le ambulanze e successivamente, data la gravità delle ferite riportate dalla donna, è stato richiesto l’intervento anche dell’eliambulanza atterrata poco dopo nei pressi del luogo in cui si è consumata la violenza.
A sirene spiegate sono giunte anche le pattuglie dei carabinieri e della polizia. A portare avanti le indagini sono i militari dell’Arma.
Stando alle prime informazioni, la donna è stata trasportata in condizioni molto gravi all’ospedale regionale di Torrette per poi essere trasferita in sala emergenza. E’ stata operata e le sue condizioni sarebbero ancora critiche.
Anche l’uomo è stato portato in ospedale a seguito delle leggere ferite che si è autoinflitto. Piantonato dalle forze dell’ordine, è attualmente accusato di tentato omicidio ed è in corso l’interrogatorio da parte del pubblico ministero di turno, la dottoressa Irena Bilotta.
La ricostruzione esatta di quanto accaduto e le motivazioni sono ancora in corso di accertamento.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X