facebook rss

Elezioni comunali Castelfidardo,
Pd-Bic strizza l’occhio al M5S:
«Al ballottaggio voteremo Roberto Ascani»

ALLE URNE - Nella tarda serata di ieri è arrivata l'indicazione di voto per gli elettori democrat e di Bene in Comune che al primo turno hanno sostenuto il candidato sindaco Marco Tiranti. «Collaboreremo su temi del programma in comune. Abbiamo chiesto un impegno sulla manutenzione della città e del Monumento, la salvaguardia della Selva, la costituzione del polo culturale, l'avvio della scuola di liuteria, la realizzazione di un auditorium, un intervento serio e di qualità per giovani e giovanissimi» spiegano
Print Friendly, PDF & Email

Da sin. Roberto Ascani e Marco Tiranti

 

«Al ballottaggio voteremo Roberto Ascani». E’ arrivata ieri a tarda sera l’indicazione di sostenere il candidato sindaco del M5S-Castelfidardo Futura dalla lista Pc-Bic, della coalizione guidata al primo turno il candidato Marco Tiranti (25,78% di preferenze). Mentre due liste delle quattro facenti parte dello schieramento di centro sinistra (Azione Civica Solidale e Uniti e Attivi) hanno preferito lasciare libertà di voto ai propri elettori, prima Sinistra Unita e ora i democrat hanno ufficializzato la propria posizione netta. Una scelta costruita su passaggi programmatici, al di là dell’apparentamento sfumato con il leader dei 5 Stelle, disponibile ad aprire le porte della sua nuova giunta a professionalità dei gruppi avversari.

«In questi anni i nostri rappresentanti in Consiglio Comunale, pur in minoranza, hanno lavorato in modo tenace e propositivo per cercare soluzioni condivise ai problemi della città.- spiega in una nota il gruppo Pd-Bene in Comune – E’ perciò con questo spirito che abbiamo accolto l’invito ricevuto da Roberto Ascani a confrontarci, in vista dei ballottaggi, per verificare la possibilità di collaborare su temi e aspetti del programma in comune. In particolare abbiamo chiesto un impegno su alcuni punti qualificanti della nostra proposta per la città: la manutenzione della città e del Monumento, la salvaguardia della Selva, la costituzione del polo culturale, l’avvio della scuola di liuteria, la realizzazione di un auditorium, un intervento serio e di qualità per giovani e giovanissimi. A questo abbiamo aggiunto l’invito a riconoscere e valorizzare le proposte dei nostri rappresentanti in Consiglio comunale, così da poter dare voce ai contenuti di un gruppo che ha scelto di impegnarsi con passione per la città. La conferma di una disponibilità a collaborare in questi termini da parte del Movimento 5 Stelle ci porta a esprimere una indicazione di voto per Roberto Ascani ai ballottaggi di domenica e lunedi prossimi».

In corsa per il duello elettorale finale sono rimasti Gabriella Turchetti( 29,04% del consenso al primo turno), sostenuta dalle liste Fare Bene per Castelfidardo, FdI e Lega che hanno escluso apparentamenti ufficiali, e con un divario di soli 141 voti da colmare Roberto Ascani (27,29%) sindaco uscente, alla guida delle liste M5S e Castelfidardo Futura. Anche il candidato sindaco di Solidarietà Popolare, Tommaso Moreschi (17,89%), fuori dal ballottaggio, ha invitato i suoi elettori a tornare alla urne esprimendo un voto di coscienza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X