facebook rss

La città toglie i ‘cerotti’:
messa in sicurezza della mura
di via 29 settembre

ANCONA - Via libera dalla Soprintendenza per intervenire sul tratto che costeggia Porta Pia, da tempo immemore 'imprigionato' da transenne di legno. Impegno di spesa di circa 25mila euro
Print Friendly, PDF & Email

Le transenne di via 29 settembre

 

di Giampaolo Milzi

Ancona appena un po’ meno “incerottata”, a tutto vantaggio del decoro urbano e in questo caso di chi percorre a piedi l’ultimo tratto di via XXIX Settembre. E’ arrivato in fatti nei giorni scorsi il via libera della Soprintendenza Unica delle Marche per il parziale restauro, la ripulitura e la generale messa in sicurezza del lungo tratto di mura – antiche e riconsolidate nella seconda metà del ‘700 – che scorre in direzione Porta Pia per poi girare verso l’ingresso della Galleria San Maritino. Le mura per fortuna non hanno problemi strutturali, secondo quanto accertato dai sondaggi, ed è pronto in Comune il progetto per i lavori, per i quali sono stanziati oltre 25mila euro. «Stiamo procedendo all’affidamento del cantiere, con la quasi certezza che sarà ultimato ben prima delle vacanze natalizie», ha dichiarato oggi l’assessore alle Manutenzioni, Stefano Foresi. Resterà quindi ancora per un mese e mezzo circa il transennamento di un centinaio di metri lungo il marciapiede sottostante la cinta difensiva. Crepata in più tratti e dalla quale (soprattutto dal bordo superiore) si distaccavano mattoni e frammenti edilizi. I mattoni verranno sostituti, altri solidamente riposizionati («Un intervento di ricucitura», l’ha definito Foresi), con particolare attenzione alla parte apicale delle mura, che beneficeranno anche del taglio delle tante erbacce infestanti. Una decina di giorni fa era stata risolta l’altra questione che – con quella dei piccoli cedimenti superficiali – aveva reso necessario il mega-transennamento nei primi mesi dell’anno, ovvero quella delle infiltrazioni d’acqua. Semplici infiltrazioni, lungo l’alto muraglione; vere e proprie pozzanghere all’inizio delle scalette di via Rupi Comunali (che, sul fronte opposto di Porta Pia) salgono per poi riconnettersi con il tracciato stradale sovrastante che porta anche ai due hotel. Del problema si sono occupati i tecnici della spa Viva Servizi, i quali hanno sostituito una grossa tubatura dell’impianto fognario interessata da croniche e abbondanti perdite.

La città cade a pezzi e le transenne diventano il nuovo arredo urbano (Foto)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X