facebook rss

Tutto pronto per l’inaugurazione
del ‘Centro Giovani’

FALCONARA – Domani la cerimonia del taglio del nastro del nuovo polo di via IV Novembre. I locali ospiteranno laboratori, proiezioni e attività di supporto allo studio. Ci saranno anche gli sportelli Informagiovani e Frida
Print Friendly, PDF & Email

Gli spazi del nuovo Centro Giovani di Falconara in vari scatti: la sala polivalente, il locale per gli sportelli Informagiovani e Frida e la saletta per lo studio

Parte il conto alla rovescia per l’apertura del nuovo Centro Giovani di via IV Novembre. a Falconara: domani 29 ottobre alle 16.30 la struttura sarà inaugurata ufficialmente, un’occasione per conoscere i nuovi spazi, arredati in base alle indicazioni del ‘Consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze’ grazie a un contributo di 6mila euro del Rotary Club di Falconara. Al taglio del nastro, cui parteciperà il sindaco Stefania Signorini, sono stati invitati i componenti dello stesso Consiglio dei ragazzi, rappresentanti del Rotary, dirigenti scolastici, ma le porte saranno aperte a tutti i giovani che vorranno conoscere questo nuovo polo in pieno centro. E’ prevista anche l’esibizione della scuola di musica Vincent Persichetti. Nei prossimi giorni sarà presentato il calendario delle attività: si stanno programmando laboratori di fumetto e videomaking, incontri e proiezioni. Una delle attività di punta, attive tutto l’anno, sarà il peer tutoring per offrire supporto nello studio: alcuni studenti universitari, individuati attraverso una selezione pubblica, saranno presenti per aiutare i ragazzi in materie come inglese, diritto ed economia aziendale, matematica, chimica e fisica.

Il cuore del Centro Giovani è la grande sala polivalente per organizzare incontri, conferenze, cineforum, piccoli concerti, che è stata arredata con sedie colorate, librerie, un divano ultramoderno, un proiettore e un biliardino. Nell’ala a monte gli spazi sono divisi in due stanze, una destinata agli sportelli informativi Informagiovani e Frida e l’altra con postazioni dotate di pc e connessione a internet, dove poter studiare, fare ricerche, confrontarsi. A partire dalla prossima settimana il Centro Giovani sarà aperto dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 19.30, fatta eccezione per le giornate festive. Sempre venerdì aprirà in presenza anche l’Informagiovani (prima ospitato al Centro Pergoli) che si è trasferito da pochi giorni in via IV Novembre: gli orari sono gli stessi del Centro Giovani ed è stata prevista un’apertura anche il sabato mattina dalle 9 alle 12.30. Per accedere è necessaria l’iscrizione, che prevede una quota simbolica di 5 euro l’anno.

«Sin dalla scorsa legislatura, in qualità di assessore alle Politiche giovanili, mi sono impegnata in prima persona per realizzare il Centro Giovani – dice il sindaco Stefania Signorini –, un edificio polivalente in cui incontrarsi, organizzare attività culturali e ludiche, trovare supporto per lo studio e occasioni di intrattenimento. Per lo studio, in particolare, uno degli elementi qualificanti sarà il peer tutoring o tutor alla pari, un metodo molto più coinvolgente ed efficace per imparare perché le conoscenze sono trasmesse da giovani ad altri giovani. I ragazzi delle superiori potranno contare sull’affiancamento a studenti universitari, già individuati dal Comune, che li sosterranno nelle materie in cui hanno maggiori difficoltà. Abbiamo scelto questo edificio di via IV Novembre perché si trova nel cuore della città: il nuovo polo rappresenterà un importante punto di riferimento capace di riportare i giovani in centro». I lavori di ristrutturazione dell’immobile di via IV Novembre sono stati completati nel corso del 2020. E’ stato necessario attendere l’allentamento delle misure anti-contagio prima di organizzare l’inaugurazione, programmata dopo l’inizio della scuola in modo che il maggior numero di ragazzi fosse in città. Il nuovo polo, a pochi passi da piazza Mazzini, è stato pensato proprio per i giovani. Ha una superficie di 148 metri quadri e lo spazio più grande, di 63 metri quadri, è quello della sala polivalente, dove all’occorrenza è possibile ricavare 36 posti a sedere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X