facebook rss

Covid, dal Comune
contributi a 102 imprese

ANCONA - Per aiutare gli imprenditori colpiti dalla crisi sono stati stanziati quasi 500mila euro, dirottati dal pacchetto di fondi dell'Iti Waterfront
Print Friendly, PDF & Email

L’assessore Ida Simonella

 

Sono in totale 102 le imprese anconetane che riceveranno un contributo economico fino a 5mila euro grazie al bando promosso dal Comune di Ancona per rivitalizzare e sostenere la competitività del sistema urbano e per consentire il rilancio dei settori più colpiti dall’emergenza Covid. La somma complessiva impegnata, all’interno della Strategia di Sviluppo Urbano Sostenibile ITI Waterfront 3.0 finanziata dal POR FESR Marche, è di 487.405,66 euro e ogni impresa con sede operativa all’interno del comune poteva presentare un’unica richiesta con un importo erogabile massimo di 5mila euro. «L’Iti – afferma l’assessore alle al Piano Strategico Ida Simonella – è anche questo. Sostenere e finanziare le nostre imprese significa aver potuto aggiungere un tassello importante alla riqualificazione urbana. Nella fase straordinaria della pandemia abbiamo deciso, in linea con le disponibilità dell’Unione europea, di dirottare 500mila euro dei fondi dell’Iti Waterfront su questa azione. Le imprese del Comune di Ancona potevano richiedere un contributo a fronte di progetti presentati. In questo modo, dopo altri interventi come lo sgravio sulla Tari, abbiamo dato ulteriore supporto a molte realtà, specie le più piccole, in una fase difficile, quella pandemica pura, e anche nella fase di ripresa. Oltre 100 aziende hanno usufruito del contributo e quasi tutti coloro che hanno presentato la domanda sono stati finanziati. Si tratta senza dubbio di un risultato che riteniamo molto soddisfacente, a sostegno del nostro territorio e dei nostri operatori economici». Le domande pervenute (in totale 108) provengono principalmente dai settori del commercio, del food, dei servizi alle imprese, della cultura e dell’artigianato. I progetti di investimento presentati mirano soprattutto allo sviluppo di nuovi modelli organizzativi basati sul lavoro agile, alla digitalizzazione dei processi produttivi, all’adeguamento dei protocolli di sicurezza nel rispetto della normativa anti-Covid, alla realizzazione di iniziative promozionali e di marketing, al miglioramento e al decoro delle sedi. Un volta ricevuta la comunicazione ufficiale da parte del Comune di Ancona, i beneficiari dovranno formalizzare la propria accettazione in tempi rapidi. Per ricevere il contributo sarà poi necessario caricare la rendicontazione su piattaforma SIGEF. Tutte le imprese in graduatoria saranno contattate dagli uffici comunali per ricevere informazioni puntuali sulle procedure.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X