facebook rss

Legambiente Marche:
Marco Ciarulli nuovo presidente

VOTATO dall'assemblea dei soci l'ex direttore regionale dell’associazione: «Contrastare la crisi climatica è la priorità e la Regione deve dare il suo contributo in questa direzione»
Print Friendly, PDF & Email

marco-ciarulli-e1636974993488-244x400

Marco Ciarulli

 

Marco Ciarulli è il nuovo presidente di Legambiente Marche. L’ex direttore regionale dell’associazione, laureato in Scienze Ambientali, è stato eletto dall’assemblea dei soci che si è tenuta nella Casa delle Culture di Ancona, alla presenza dei vertici nazionali dell’associazione. Hanno partecipato infatti all’assemblea Stefano Ciafani, Giorgio Zampetti e Nunzio Cirino Groccia, rispettivamente presidente, direttore generale ed amministratore di Legambiente Nazionale. «Contrastare la crisi climatica è la priorità della nostra associazione – ha dichiarato Ciarulli – e la Regione deve dare il suo contributo in questa direzione. Dobbiamo mettere in campo tutte le politiche e le strategie migliori per abbandonare l’uso delle fonti fossili, sviluppando e diffondendo le rinnovabili, a partire dall’eolico a mare e a terra e dal fotovoltaico, ma anche per promuovere un’agricoltura di qualità e l’economia circolare attraverso la costruzione di nuovi impianti di riciclo, a partire da quelli che producono compost e biometano, per liberarci dall’oppressione delle discariche. Solleciteremo all’amministrazione regionale anche azioni concrete sulle aree protette, sul turismo, sulla mobilità sostenibile e sulla rigenerazione urbana, partendo dalle aree terremotate. Su tutti questi temi vogliamo dare il nostro contributo, come associazione che da oltre 40 anni promuove la cittadinanza attiva attraverso l’ambientalismo scientifico». Il neo presidente regionale di Legambiente sarà affiancato da un ufficio di Presidenza, che avrà il compito di dare gambe alle campagne associative e alle vertenze territoriali, supportando la rete capillare di Legambiente Marche in tutta la regione, anche con il lavoro di coinvolgimento dei giovani sempre più impegnati in iniziative di cittadinanza attiva sui temi ambientali. Ne fanno parte Rosalia Cipolletta, presidente di Legambiente Pesaro, Mariagiulia Lucchetti del circolo anconetano “Il pungitopo”, Kessili de Berardinis, vicepresidente del circolo di San Benedetto del Tronto, ed Emiliano Stazio, vicepresidente del circolo di Ancona. Confermata amministratrice dell’associazione Marcella Cuomo, già eletta nell’ultimo congresso di Legambiente Marche a Camerino nell’autunno 2019. «I circoli di Legambiente sono il motore locale dell’associazione e con loro accompagneremo sui territori quella transizione ecologica che è sempre più urgente per la nostra regione – conclude Ciarulli -. Vogliamo che le risorse europee del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza vengano spese per progetti davvero utili alla riconversione ecologica dell’economia marchigiana. Serviranno lungimiranza, coraggio e coerenza da parte delle istituzioni, delle imprese, del sindacato e del mondo dell’associazionismo. Solo così garantiremo ai cittadini delle Marche un futuro più sostenibile e vivibile».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X