facebook rss

Gimbo Tamberi premiato
con la Stella al Merito Sportivo

ANCONA - L'oro olimpico di salto in alto è stato celebrato questo pomeriggio alla Mole nel corso della Festa dello Sport del Coni
Print Friendly, PDF & Email

Gimbo Tamberi

 

Emozioni e appalusi alla Festa dello Sport del CONI Ancona, andata in scena questa sera presso l’auditorium della Mole Vanvitelliana, dopo oltre un anno di “astinenza” forzata a causa della pandemia. «Si tratta di una conquista importante per un progressivo ritorno alla normalità anche nello svolgimento dell’attività fisica e della pratica sportiva»  ha detto il numero uno del CONI Regionale, Fabio Luna, nel dare il benvenuto ai tanti atleti, allenatori, dirigenti e rappresentanti delle società sportive del territorio, che hanno preso parte alla premiazione. «Questo evento apre ufficialmente la stagione delle premiazioni – ha proseguito Luna – Dopo Ancona, celebreremo anche le comunità sportive delle altre provincie. Si tratta di eventi molto sentiti che organizziamo per ringraziare ufficialmente le società e tutte le persone che vi lavorano perché è prima di tutto merito loro se la nostra regione è cresciuta così tanto a livello sportivo. In questa sede, la mia gratitudine va al movimento sportivo di Ancona e Provincia, che ha contribuito fattivamente alla delegazione regionale ai Giochi di Tokyo, fornendo figure eccellenti dagli atleti ai tecnici, dai dirigenti ai giornalisti». Grande festa per Gianmarco “Gimbo” Tamberi, oro nel salto in alto ai Giochi di Tokyo 2020, e per papà Marco, suo allenatore, fra i 53 premiati nella serata dorica. Dagli atleti ai dirigenti, con l’assegnazione delle prestigiose Stelle al Merito Sportivo del CONI. Ben 3 quelle d’argento, ricevute da Stefano Angelelli (scherma), Andrea Carloni (Unione Stampa Sportiva Italiana-USSI) e Paolo Smerchinich (vela). Altrettante quelle di bronzo, andate a Vincenzo Graciotti (vela), Luigi Innocenzi (Panathlon International) e Marco Porcarelli (Taekwondo). «Complitemi a tutti i premiati e grazie per il contributo dato alla crescita del nostro movimento sportivo – ha concluso Enrico Picchio, delegato provinciale CONI Ancona – Agli atleti va tutta la mia riconoscenza non solo per i risultati ma anche per l’esempio dato ai più giovani. A tutte le altre eccellenti professionalità che lavorano in questo settore voglio mandare un sentito ringraziamento, questa festa è stata fatta soprattutto per valorizzare il loro impegno, che è stato imprescindibile per non fermare lo sport nell’anno duro da cui stiamo pian piano uscendo».

Fabio Luna

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X