facebook rss

In arrivo un nuovo ascensore
al maxiparcheggio, Osimo abbatte
le barriere architettoniche

IL COMUNE punta a realizzare anche altri due elevatori per agevolare l’accesso al centro storico, uno da via Fonte Magna zona ex Macelli e uno su via Cinque Torri zona ospedale. Già finanziato quello della scuola media di piazzale Bellini
Print Friendly, PDF & Email

Il maxi parcheggio di Osimo

 

Al maxiparcheggio di Osimo è iniziato il cantiere per l’installazione dell’ascensore che consentirà a tutti di usufruire agevolmente anche del primo e secondo piano della struttura.

Il cantiere del nuovo ascensore al maxi parcheggio

«Nei giorni scorsi sono state svolte le opere murarie vicino alle casse automatiche e prossima settimana, il 24 settembre, è atteso l’arrivo dell’elevatore che sarà installato in pochi giorni. Per inizio dicembre l’amministrazione comunale e Osimo Servizi contano di rendere già fruibile l’impianto che permetterà di abbattere completamente le barriere architettoniche del parcheggio coperto di via Colombo, per un investimento di 60mila euro» spiega il sindaco Simone Pugnaloni.

Altro ascensore il Comune ha previsto di realizzarlo alla scuola media più grande della città, quella di piazzale Bellini che ospita Caio Giulio Cesare e Krueger. L’elevatore, per il quale a bilancio sono stati stanziati 83mila euro, sarà fruibile però non prima di primavera. Nei prossimi giorni infatti verranno affidati i lavori alla ditta prescelta ma causa il boom di richieste di materiale edilizio, il cantiere dovrà attendere qualche mese per i ritardi nella consegna delle materie prime.

La scuola media di piazzale Bellini

«Nell’ambito del piano di abbattimento delle barriere architettoniche di Osimo, – prosegue il sindaco – il Comune punta a realizzare anche altri due ascensori ma per agevolare l’accesso al centro storico, uno da via Fonte Magna zona ex Macelli e uno su via Cinque Torri zona ospedale. Sono previsti all’interno del cronoprogramma da consegnare al Ministero delle Infrastrutture entro il 25 novembre per completare la prima fase dell’iter Pinqua. Si tratta del Programma Innovativo Nazionale per la Qualità dell’Abitare al cui bando Osimo ha aderito in forma congiunta assieme a Cagli, Monsampolo del Tronto, Montelupone, Muccia, Palmiano, Petriano, Sassoferrato e Visso, oltre ad Erap e con la Regione Marche in qualità di soggetto proponente e aggregatore di strategie. Al Comune di Osimo spetteranno 4.200.000 euro di cui una parte saranno impegnati per i due ascensori e il resto per la riqualificazione del quartiere San Marco, mediante la realizzazione della nuova scuola media nell’ala inutilizzata di via Santa Lucia da riconvertire assieme ad Erap, la sistemazione della porta di accesso ai Tre Archi e il percorso pedonale con un parco delle fonti storiche».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X