facebook rss

Una tonnellata e mezza di marijuana
e 5.000 piante di cannabis
scoperti dalla Finanza: un arresto

ASCOLI - Tutto è nato grazie al fiuto delle unità cinofile che hanno intercettato una spedizione in transito presso il Centro logistico di un corriere della zona, destinata a una società del sud Italia che coltiva e vende fiori e piante. In manette il rappresentante legale della società, altre due persone denunciate dalle Fiamme Gialle. Un valore sul mercato di 7,7 milioni di euro. Sequestrati anche macchinari e automezzi
Print Friendly, PDF & Email

 

Un arresto, il sequestro di una tonnellata e mezza di marijuana e di 5.000 piante di cannabis, per un valore sul mercato di oltre 7,7 milioni di euro, oltre a diversi macchinari (rulli per lavorazione canapa, bilance digitali e strumenti per pulizia infiorescenze) e automezzi.

E’ il bilancio di un’operazione operazione antidroga della Guardia di Finanza di Ascoli, partita grazie al fiuto delle unità cinofile che hanno intercettato una spedizione in transito presso il Centro logistico di smistamento di un corriere della zona, prima che fosse inoltrata a una società del sud Italia che si occupa di “coltivazione e commercio all’ingrosso di fiori e piante”.

Coordinati dalla Procura della Repubblica ascolana, i finanzieri del Nucleo di polizia economico-finanziaria hanno proceduto alla consegna controllata al destinatario dello stupefacente scoperto, che possedeva un valore del Thc (tetra-idro-cannabinolo) di circa venti volte superiore ai limiti consentiti dalla legge.

La merce – 169 chili – è stata ritirata dal rappresentante legale della società che, nel confermare di attendere i colli “seguiti”, è stato subito arrestato, con contestuale sequestro della sostanza stupefacente. La perquisizione di immobili nella sua disponibilità ha permesso poi di rinvenire oltre quattro quintali di marijuana e denaro contante.

La perquisizione nei confronti del mittente ha portato al sequestro di 4.823 piante di canapa indiana, 582 chili di cannabis, infiorescenze, foglie e resine di marijuana oltre a vari macchinari per la lavorazione: denunciati i tre responsabili.

In un secondo intervento delle Fiamme Gialle, invece, è stata individuata un’altra spedizione di oltre un quintale di marijuana dal nord Italia. La successiva perquisizione ha consentito di sequestrare 225 kg di marijuana, decine di migliaia di euro in contanti: denunciate due persone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X