facebook rss

Malore fatale, la Protezione civile
piange Gabriele Rossini

LUTTO - Aveva lavorato al Centro Funzionale delle Marche facendo parte dei team di soccorso nel 2004 in Thailandia dopo la tsunami, e per i terremoti in Pakistan nel 2005 e de L'Aquila nel 2009. Domani i funerali del 73enne
Print Friendly, PDF & Email

Gabriele Rossini

 

Se n’è andato ieri Gabriele Rossini, pensionato,  per molti anni dipendente del Centro Funzionale della Protezione Civile Regionale Marche. Un malore improvviso ha strappato ai suoi affetti all’età di 73 anni questo esperto di elettrotecnica di grane umanità. La messa di addio si svolgerà domani, 7 dicembre, alle ore 15, nella chiesa di San Marco Evengelista di Osimo. Rossini lascia la moglie Floriana Barontini, i figli Andrea e Valentina. La salma è stata composta nella casa funeraria ‘Vigiani’ di via Oscar Romero  11/b a San Biagio di Osimo.  Dopo la funzione religiosa, si proseguirà per la sepoltura al Cimitero Maggiore.  «Era sempre presente e pronto a partire in tutte le situazioni. Soprattutto quando c’era da andare in prima linea negli anni nei quali Protezione Civile Regionale delle Marche era sempre tra le prime a partire ad ogni emergenza, sia che fosse sul territorio nazionale, che internazionale, in qualunque parte del mondo. – lo ricorda un ex collega – Tra gli altri aveva fatto parte dei team di soccorso intervenuti per primi a seguito dello tsunami del 2004 in Thailandia, del terremoto in Pakistan, a Manshera nel 2005, del terremoto de L’Aquila del 2009, portando letteralmente la “luce” in quelle situazioni buie. Ciao Gabriele, è stato un privilegio lavorare con te». Anche Federica Gatto, assessore alla Polizia locale di Osimo, ricorda con affetto l’impegno di Rossini: «Gabriele, che grande dolore. Sei stato un collega di grande professionalità e un amico sincero che dispensava tanti utili e saggi consigli per la nostra Osimo. Rimarrà per sempre un caro ricordo di te»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X